Normativa2 novembre 2018

Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 2 novembre 2018: Conferimento delle attestazioni di pubblica benemerenza del Dipartimento della protezione civile, ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 5 maggio 2014

.Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 18 del 22 gennaio 2019

IL PRESIDENTE  DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

VISTA la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante la disciplina dell’attività di Governo e l’ordinamento della Presidenza dei Consiglio dei ministri;

VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, concernente l’ordinamento della Presidenza del Consiglio dei ministri a norma dell’articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive modifiche ed integrazioni;

VISTA la legge 16 marzo 2017, n. 30, recante la delega al Governo per il riordino delle disposizioni legislative in materia di sistema nazionale della protezione civile;

VISTO il decreto legislativo del 2 gennaio 2018, n. 1 recante “Codice della protezione civile”;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 1° ottobre 2012 recante “Ordinamento delle strutture generali della Presidenza del Consiglio dei ministri”;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in data 5 maggio 2014, registrato alla Corte dei conti in data 17 giugno 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 29 agosto 2014, n. 200, con il quale è stata dettata una nuova disciplina organica in materia di concessioni delle benemerenze del Dipartimento della protezione civile;

VISTO il decreto del Capo del Dipartimento della protezione civile in data 20 marzo 2015, registrato alla Corte dei conti in data 30 aprile 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 9 giugno 2015, n. 131, concernente “Caratteristiche delle insegne, criteri di conferimento e aspetti di natura procedurale relativi alle attestazioni di pubblica benemerenza del Dipartimento della protezione civile”;

VISTO in particolare l’articolo 1, comma 3, del citato decreto del Capo del Dipartimento della protezione civile in data 20 marzo 2015, che stabilisce che le proposte di conferimento debbono essere inviate entro tre mesi dalla data di cessazione dello stato di emergenza relativo all’evento per il quale si richiede la concessione di pubblica benemerenza di protezione civile;

VISTO il successivo comma 4, del citato articolo 1 del decreto del Capo del Dipartimento della protezione civile in data 20 marzo 2015, con il quale è stato stabilito che entro tre mesi a far data dalla pubblicazione del decreto stesso nella Gazzetta Ufficiale, avvenuta il 9 giugno 2015, è possibile richiedere la concessione della benemerenza di protezione civile per gli eventi il cui stato di emergenza è cessato nel periodo compreso tra il 29 agosto 2014, data di entrata in vigore del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 5 maggio 2014, e il 9 giugno 2015; 

VISTO il decreto del Capo del Dipartimento della protezione civile in data 28 settembre 2015, registrato alla Corte dei conti in data 27 ottobre 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 19 novembre 2015, n. 270, con il quale è stato modificato il citato comma 4, dell’articolo 1 del decreto del Capo del Dipartimento della protezione civile in data 20 marzo 2015, prorogando il termine per la presentazione delle richieste delle attestazioni di pubblica benemerenza al 9 dicembre 2015; 

VISTO il decreto del Capo del Dipartimento della protezione civile in data 2 aprile 2015, registrato all’Ufficio Bilancio e per il riscontro di regolarità amministrativo – contabile della Presidenza del Consiglio dei ministri in data 21 aprile 2015, con il quale è stata nominata la Commissione permanente incaricata di esaminare le proposte di conferimento delle attestazioni delle benemerenze, così come stabilito dall’articolo 5 del citato decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 5 maggio 2014;

VISTI i successivi decreti del Capo del Dipartimento della protezione civile in data 17 dicembre 2015, registrato alla Corte dei conti in data 28 gennaio 2016, in data 12 luglio 2016, registrato alla Corte dei conti in data 12 agosto 2016, in data 18 ottobre 2016, registrato alla Corte dei conti il 22 novembre 2016, in data 15 maggio 2017, registrato alla Corte dei conti in data 5 giugno 2017 e in data 27 marzo 2018 registrato alla Corte dei conti in data 7 maggio 2018 con i quali è stata rideterminata la composizione della predetta Commissione permanente;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in data 18 luglio 2016, registrato alla Corte dei conti il 24 agosto 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – Serie Generale n. 210 del giorno 8 settembre 2016, concernente il conferimento delle attribuzioni di pubblica benemerenza del Dipartimento della protezione per i venti stati di emergenza cessati nel periodo di prima applicazione della nuova normativa compreso tra il 29 agosto 2014 e il 9 giugno 2015, per i quali era possibile presentare le relative domande entro il 9 dicembre 2015;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in data 13 marzo 2017, registrato alla Corte dei conti il 13 aprile 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – Serie Generale n. 116 del giorno 20 maggio 2017, concernente il conferimento delle attribuzioni di pubblica benemerenza del Dipartimento della protezione civile per i ventiquattro stati di emergenza cessati nel periodo di prima applicazione della nuova normativa compreso tra il 9 giugno 2015 e il 17 ottobre 2016, per i quali era possibile presentare le relative domande entro tre mesi dalla rispettiva data di cessazione dello stato di emergenza;

CONSIDERATO che nel periodo compreso tra il 12 maggio 2016 e il 5 febbraio 2018 risultano cessati i seguenti diciotto stati di emergenza, per i quali era possibile presentare le relative domande entro tre mesi dalla rispettiva data di cessazione dello stato di emergenza;
- Dichiarazione dello stato di emergenza relativa agli eventi meteorologici verificatisi nel periodo dal 16 febbraio al 10 aprile 2015 nel territorio delle province di Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Messina e Trapani, delibera del 18 maggio 2015; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni dal 24 e 25 agosto 2015 nel territorio della provincia di Siena, delibera del Consiglio dei ministri del 6 novembre 2015;
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che nei giorni 13 e 14 settembre 2015 hanno colpito il territorio della provincia di Genova, delibera del Consiglio dei ministri del 6 novembre 2015; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che nei giorni dal 14 al 20 ottobre 2015 hanno colpito il territorio della regione Campania, delibera del Consiglio dei ministri del 6 novembre 2015; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza determinatosi nel settore del traffico e della mobilità nel territorio dei comuni di Treviso e Vicenza, delibera del Consiglio dei ministri del 31 luglio 2009; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che nei giorni dal 10 al 22 ottobre 2015 hanno colpito il territorio delle province di Foggia e Taranto, delibera del Consiglio dei ministri del 10 febbraio 2016; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che nel periodo dall’8 settembre al 3 novembre 2015 hanno colpito il territorio delle province di Catania, Enna e Messina, delibera del Consiglio dei ministri del 19 febbraio 2016; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che nei giorni dal 30 settembre al 10 ottobre 2015 hanno colpito il territorio delle province di Olbia-Tempio, Nuoro e dell’Ogliastra, delibera del Consiglio dei ministri del 19 febbraio 2016;
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che nei giorni dal 30 ottobre al 2 novembre 2015 hanno colpito il territorio delle province di Catanzaro, di Cosenza e di Reggio Calabria, delibera del Consiglio dei ministri del 3 marzo 2016; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno colpito il giorno 14 settembre 2015 il territorio delle province di Belluno e di Padova, delibera del Consiglio dei ministri del 10 maggio 2016; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche che nel periodo dal 27 febbraio al 27 marzo 2016 hanno colpito il territorio delle province di Piacenza, di Parma, di Reggio Emilia, di Modena, di Bologna, dei Comuni di Alfonsine, di Faenza, di Russi, di Brisighella, di Casola Valsenio e di Riolo Terme in provincia di Ravenna, dei Comuni di Formignana, di Vigarano Mainarda, di Argenta, di Ferrara e di Cento in provincia di Ferrara, dei Comuni di Sant’Agata Feltria, di Gemmano, di Montecolombo e di Coriano in provincia di Rimini e dei Comuni del territorio collinare e pedecollinare della provincia di Forli-Cesena, delibera del Consiglio dei ministri del 10 maggio 2016; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli incendi boschivi che nel mese di novembre 2016 hanno interessato il territorio dello Stato di Israele, delibera del Consiglio dei ministri del 24 novembre 2016; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nel periodo dall’11 al 18 marzo 2016 il territorio delle provincia di Foggia, delibera del Consiglio dei ministri del 28 luglio 2016; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza della tromba d’aria e delle intense precipitazioni verificatesi il giorno 6 novembre 2016 nel territorio dei Comuni di Anguillara Sabazia, di Campagnano di Roma, di Castelnuovo di Porto, di Cerveteri, di Fiumicino, di Ladispoli, di Morlupo di Roma e di Sacrofano, in Provincia di Roma, delibera del Consiglio dei ministri dell’11 aprile 2017; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 23 e 24 novembre 2016 nel territorio delle province di Cuneo e Torino, delibera del Consiglio dei ministri del 16 dicembre 2016; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi il 24 e 25 novembre 2016 nel territorio delle Province di Imperia e Savona, delibera del Consiglio dei ministri del 16 dicembre 2016; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni dal 5 all’11 gennaio 2017 nel territorio della regione Puglia, delibera del Consiglio dei ministri del 16 giugno 2017; 
- Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi il giorno 19 novembre 2016 nel territorio del Comune di Licata in provincia di Agrigento e nei giorni 24 e 25 novembre 2016 nel territorio delle Province di Agrigento e Messina, delibera del Consiglio dei ministri del 10 febbraio 2017.

CONSIDERATO che, entro le rispettive scadenze, di tre mesi dalla data di cessazione dei diversi stati d’emergenza, risultano pervenute al Dipartimento della protezione civile n. 386 richieste di conferimento delle attestazioni di pubbliche benemerenze, relative ai citati diciotto stati di emergenza cessati nel periodo compreso tra il 12 maggio 2016 e il 5 febbraio 2018, che sono state sottoposte alla Commissione permanente;

VISTA la nota del Comando Generale della Guardia di Finanza del 30 aprile 2018 prot. 129766 con la quale comunica per l’ex colonnello Saverio LAMONACA l’applicazione della pena accessoria militare della degradazione nonché la privazione del condannato delle decorazioni ai sensi dell’articolo 28 del Codice penale militare di pace;

VISTA la presa d’atto della Commissione nel verbale n. 11 del 15 maggio 2018 della comunicazione della Guardia di Finanza a seguito della quale il Dipartimento procederà alla revoca delle attestazioni delle benemerenze concesse all’ex colonello Saverio Lamonaca con decreti del 7 febbraio 2008 e del 12 aprile 2011;

VISTI gli atti della Commissione permanente ed in particolare il verbale n. 11 del 15 maggio 2018 nel quale vengono riepilogate le 16 candidature, di cui 13 per i conferimenti a titolo individuale e 3 per i conferimenti a titolo collettivo, valutate positivamente dalla Commissione stessa;

VISTO in particolare l’articolo 2, comma 3, del citato decreto del Capo del Dipartimento della protezione civile in data 20 marzo 2015, che prevede che la Commissione permanente sottoponga le candidature valutate positivamente al Capo del Dipartimento della protezione civile, per i successivi adempimenti concessivi;

VISTO l’articolo 2, comma 5, del citato decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 5 maggio 2014, che prevede che l’attestazione di pubblica benemerenza sia conferita dal Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Capo del Dipartimento della protezione civile, il quale provvede poi al rilascio e all’inoltro dei relativi diplomi;

RITENUTO, pertanto, di dover procedere alla concessione delle attestazioni di pubblica benemerenza del Dipartimento della protezione civile e alla revoca delle attestazioni conferite con i decreti del 7 febbraio 2008 e del 12 aprile 2011 all’ex colonnello Saverio LAMONACA;

SU PROPOSTA del Capo del Dipartimento della protezione civile;

DECRETA

Articolo 1
1. Sono concesse le pubbliche benemerenze, a titolo individuale, del Dipartimento della protezione civile, a decorrere dalla data del presente decreto, ai soggetti sottoelencati per le emergenze indicate a fianco di ciascuno:

 

CognomeNomeLuogo e data di nascitaEmergenzaVertice segnalante

BacileIgnazio

Palermo

30/01/1966 

Eventi meteo 
febbraio-aprile 2015
Provincia di Palermo

Comune di Bisacquino

Marino Vincenzo Trapani
14/09/1969 Eventi meteo 
febbraio-aprile 2015 
Provincia di Palermo Comune di Bisacquino

CaronnaSalvatore Palermo
01/01/1955 Eventi meteo 
febbraio-aprile 2015 
Provincia di Palermo 

Comune di Bisacquino

Porcarello Marianna Bisacquino (PA)
02/07/1962 Eventi meteo 
febbraio-aprile 2015 
Provincia di Palermo Comune di Bisacquino

CeravoloMaria Bernarda Bisacquino (PA)
09/03/1965  Eventi meteo 
febbraio-aprile 2015 
Provincia di Palermo Comune di Bisacquino

Rosato  Giuseppe  Bisacquino (PA)
01/09/1967  Eventi meteo 
febbraio-aprile 2015 
Provincia di Palermo Comune di Bisacquino

Gioia Salvatore Paolo  Sciacca (AG) 27/10/1976  Eventi meteo 
febbraio-aprile 2015 
Provincia di Palermo Comune di Bisacquino

Silvestri  Vincenzo  Bisacquino (PA)
14/09/1969  Eventi meteo 
febbraio-aprile 2015 
Provincia di Palermo Comune di Bisacquino

Marino  Salvatore  Corleone 
10/05/1969 Eventi meteo 
febbraio-aprile 2015 
Provincia di Palermo Comune di Bisacquino

Voli  Cristian  Benevento
26/02/1981  Eventi meteo 
ottobre 2015
Regione Campania Comando Generale Arma dei Carabinieri

Pacciana  Donato  Castellaneta (TA)
28/11/1965 Eventi meteo
ottobre – novembre 2015
Province di Catanzaro Ministero dell'Interno - Dipartimento di Pubblica sicurezza

Difonzo Donato Santeramo in Colle (BA)
23/09/1967 Eventi meteo 
gennaio 2017
Regione Puglia Comune di Santeramo in Colle

Cannazza  Tommaso Castrignano dei Greci (LE)
23/10/1967 Eventi meteo 
gennaio 2017
Regione Puglia Comune di Santeramo in Colle

 

2. Sono concesse le pubbliche benemerenze, a titolo collettivo, del Dipartimento della protezione civile alle amministrazioni, agli enti pubblici e privati, alle istituzioni ed organizzazioni costituenti le componenti e le strutture operative del Servizio nazionale di protezione civile sottoelencate per le emergenze indicate a fianco di ciascuno:

Istituzione Emergenza Vertice segnalante

Comando Provinciale VVF di Benevento Eventi meteo 
ottobre 2015
Regione Campania Ministero Interno- Dipartimento Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile

Gruppo Comunale del Comune di CerveteriTromba d’aria 
6 novembre 2016 Provincia di RomaComune di Cerveteri (RM)

Gruppo di Volontariato ComunaleEventi meteo gennaio 2017 – Regione Puglia Comune di Santeramo in Colle (BA)

3. Sono revocate le attestazioni all’ex colonnello Saverio LAMONACA conseguite con i decreti del 7 febbraio 2008 e del 12 aprile 2011.

Articolo 2
L’albo delle pubbliche benemerenze di protezione civile tenuto presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, Dipartimento della protezione civile, Ufficio Promozione e Integrazione del Servizio Nazionale di cui al sito “http://www.protezionecivile.gov.it sarà aggiornato in conformità a quanto previsto dal presente decreto.

Articolo 3
Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e reso disponibile sul sito istituzionale del Dipartimento della protezione civile all’indirizzo “http://www.protezionecivile.gov.it” sezione Benemerenze.

Roma,

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI