Croce Rossa Italiana



La Croce Rossa Italiana (CRI) fondata il 15 giugno 1864, è la Società Nazionale operante in Italia del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. Ausiliaria dei Pubblici Poteri e Struttura Operativa del Sistema Nazionale di Protezione Civile, ha l’obiettivo di prevenire e alleviare la sofferenza umana in maniera imparziale, senza distinzione di nazionalità, razza, sesso, credo religioso e politico.

Calamità naturali. La Croce Rossa lavora per formare le comunità sulla prevenzione e la riduzione del rischio oltre a garantire un’efficace e tempestiva risposta durante le emergenze nazionali e internazionali. In caso di calamità naturali contribuisce con mezzi e personale allo sgombero delle zone colpite, al soccorso e all'assistenza sanitaria dei feriti, all'allestimento di strutture sanitarie e socio-sanitarie da campo, di posti di pronto soccorso e campi per ospitare la popolazione e i soccorritori. Partecipa alla ricerca dei dispersi grazie a volontari e dipendenti specializzati e al loro ricongiungimento con le famiglie. Garantisce la potabilizzazione delle acque a supporto delle strutture sanitarie e servizi di produzione e distribuzione pasti per i soccorritori e per la popolazione. La CRI può inoltre dispiegare, a poche ore dall’evento, nuclei di valutazione composti da personale con competenze di gestione dell’emergenza, sanitarie, tecnico logistiche, socio assistenziali e psicologiche.

Struttura. L’organismo della CRI che si occupa della gestione delle emergenze nazionali ed internazionali è l'Unità di Crisi Nazionale mentre la Sala Operativa Nazionale (SON), attiva h24 7/7, è la struttura a capo del monitoraggio e della raccolta dati e da cui vengono coordinate tutte le operazioni di intervento, soccorso e assistenza in condizioni di emergenza o di possibile emergenza. La SON, oltre a restare in contatto con la postazione CRI in Sala Italia, si avvale dell’apporto dei suoi analoghi regionali e locali (Sala Operativa Regionale - SOR e Sala Operativa Locale - SOL), così da poter fornire dati e informazioni sulle attività in corso.

Il Presidente nazionale e il suo Delegato nazionale per le attività di emergenza pianificano gli interventi di protezione civile, assicurando la direzione unitaria e il coordinamento di tutte le strutture nazionali, territoriali e di supporto oltre ad occuparsi di pianificare la formazione del personale volontario e dipendente.