Dettaglio News

Progetto europeo V-IOLA, Volunteer International On Line Asset: al via una settimana di incontri

14 maggio 2019

Dal 14 al 18 maggio una rappresentanza dei Paesi partner sarà a Roma, Norcia, Foligno, Firenze e Prato

 

partecipanti delegazione Viola Project

Ha inizio oggi, 14 maggio - presso la sede operativa del Dipartimento della Protezione Civile - una  settimana di incontri e attività sul campo dei delegati del progetto V-IOLA, Volunteer International On Line Asset. La delegazione è composta da rappresentanti delle Organizzazioni dei paesi partner, Montenegro e Serbia. Sono funzionari dei ministeri per la gestione delle emergenze, società nazionali di Croce Rossa e giovani rappresentanti di organizzazioni che lavorano sulle tematiche della prevenzione e riduzione del rischio da disastri, per la creazione di comunità più resilienti, anche grazie allo sviluppo della componente del volontariato di protezione civile. Lo scambio si svolge nell’ambito del programma EU Aid Initiative, finalizzato alla costituzione di un corpo di volontariato europeo.

Il progetto guidato dal Dipartimento della Protezione Civile, vede la partecipazione del Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale della Fondazione Cima e delle organizzazioni nazionali di volontariato Anpas, Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta e Croce Rossa Italiana, oltre alle rappresentanze istituzionali e del mondo del volontariato di Serbia, Montenegro, Ungheria, Romania. 
Obiettivo del progetto è la promozione delle strategie di riduzione dei rischi da disastro, con il supporto di volontari per il costante aumento della resilienza delle comunità. In particolare l’iniziativa è finalizzata anche all'accreditamento del volontariato serbo e montenegrino alla rete europea EU Aid Volunteers.
 
La settimana si apre con la visita della sede operativa del Dipartimento, dove vengono approfondite le  tematiche legate al volontariato di protezione civile, alla gestione e al superamento delle emergenze nazionali e alla campagna di comunicazione “Io non rischio”. Oggetto di osservazione e di studio anche la Sala situazione Italia e del Comitato Operativo, il Centro operativo emergenze marittime–COEMM e il Centro Operativo Aereo Unificato-Coau oltre al Centro Funzionale centrale per il rischio meteo-idro.
 
Durante la mattinata del 15 maggio la delegazione visiterà la sede centrale del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta-CISOM. I partecipanti avranno la possibilità di conoscere la complessa struttura dell’Ordine di Malta, in Italia e nel mondo, e le modalità di intervento dei volontari in situazioni emergenziali.
Nel pomeriggio i delegati parteciperanno all’EXCO 2019, la fiera della Cooperazione Internazionale a Roma dal 15 al 17 maggio, dove la Croce Rossa Italiana partecipa con un  intervento sulla gestione delle informazioni nelle attività di prevenzione del rischio da disastro del progetto V-IOLA. 
Per approfondire un modello recente di gestione emergenziale il 16 maggio, d’intesa con la protezione civile della regione Umbria, i partecipanti saranno a Norcia, città duramente colpita dal terremoto di ottobre 2016, e a Foligno, dove saranno illustrate le attività del  Centro Funzionale di protezione civile.

La delegazione seguirà e concluderà la visita studio in Toscana con una due giorni di attività istituzionali e pratiche tra Firenze e Prato. In particolare, nella giornata del 17 Maggio i partner visiteranno la sala operativa della protezione civile della Regione Toscana (SOUP – Sala operativa unificata permanente) e la sede legale di Anpas. La visita della delegazione terminerà a Prato al “May Days”, festa regionale del volontariato, organizzato dal comitato regionale della Toscana di Anpas.
La partecipazione sarà occasione per uno scambio diretto con i volontari di protezione civile presenti alla manifestazione, accrescere know how e favorire la nascita di future sinergie.