Dettaglio News

L’European Geosciences Union (Egu) annuncia i premi per il 2021

27 ottobre 2020

Riconoscimenti a donne e uomini che hanno fornito contributi importanti nel campo della ricerca in scienze della Terra e dello Spazio. Tra i vincitori il direttore Fausto Guzzetti

 

Identificare modelli che possano diventare il punto di riferimento per le future generazioni di scienziati della Terra. E’ l’obiettivo cardine con il quale l'European Geosciences Union (Egu) conferisce ogni anno medaglie e premi a donne e uomini che si sono distinti per i loro contributi forniti nella ricerca in scienze della Terra e dello Spazio.

Per l’edizione del prossimo anno figura tra i 51 vincitori, con la medaglia Sergey Soloviev, il direttore dell’Ufficio attività tecnico-scientifiche per la previsione e la prevenzione dei rischi del Dipartimento della Protezione Civile, Fausto Guzzetti.

«La notizia della Soloviev Medal è arrivata con una email, tanto inaspettata quanto gradita», ha detto Guzzetti, «ho passato buona parte della mia carriera di ricercatore a occuparmi di rischi naturali, in particolare rischi geo-idrologici, e sono contento che l'EGU abbia riconosciuto il mio lavoro, che è anche quello dei molti colleghi con i quali ho lavorato».

Egu è una associazione internazionale senza fini di lucro che annovera tra le sue fila oltre 12.000 scienziati provenienti da tutto il mondo e alla quale partecipano studiosi   impegnati nelle attività collegate alle geoscienze, scienze planetarie e spaziali e studi collegati.

Gli obiettivi di Egu sono la divulgazione e la promozione delle scienze della Terra e dello Spazio, dell’ambiente, della planetologia e la collaborazione fra gli scienziati che operano in questi ambiti. EGU ha un portafoglio di 16 diverse riviste scientifiche e organizza incontri in tutto il mondo finalizzati all’educazione e sensibilizzazione della popolazione.

L’Assemblea Generale annuale, che il prossimo anno si svolgerà dal 25 al 30 aprile  e durante la quale saranno anche conferiti i premi per il 2021, è il più grande e importante evento europeo di geoscienze. L’assemblea attira scienziati di tutto il mondo con incontri che coprono una vasta gamma di argomenti, tra cui i rischi naturali, l’esplorazione planetaria, la struttura della Terra e l'atmosfera, clima, energia e  risorse.