Dettaglio News

Incontro del Capo Dipartimento con il Presidente della Regione Puglia

14 gennaio 2011

Al via il ciclo di appuntamenti istituzionali tra il Capo del Dipartimento della Protezione Civile e i presidenti delle Regioni italiane

 

Oggi, 14 gennaio, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli ha incontrato il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, per un confronto sulle questioni di protezione civile che interessano il territorio regionale, dal dissesto idrogeologico al rischio sismico al rischio incendi.

L’incontro, che si è svolto nel corso della mattinata nella sede della giunta regionale, inaugura un ciclo di appuntamenti istituzionali tra il Capo del Dipartimento della Protezione Civile e i presidenti delle Regioni italiane. Un percorso pensato con l’obiettivo di stabilire un contatto diretto con i governatori locali e ribadire – a dieci anni dalla riforma del Titolo V della Costituzione Italiana, che ha individuato per la prima volta la Protezione Civile come materia di legislazione concorrente – il fondamentale rapporto di sussidiarietà tra Dipartimento e istituzioni regionali, provinciali e locali.

Nel corso dell’incontro il Capo del Dipartimento e il Presidente della Regione Puglia si sono confrontati sui modelli possibili di evoluzione dell'organizzazione di protezione civile e hanno discusso di previsione e prevenzione, con particolare riguardo ai centri funzionali, rispetto ai quali la Puglia ha delineato un laboratorio di sicuro interesse.

Negli ultimi anni la Puglia ha intrapreso un percorso di crescente attenzione ai temi di Protezione Civile. La scorsa estate, per il terzo anno consecutivo, Regione e Dipartimento della Protezione Civile hanno firmato una convenzione per rendere più efficace ed incisiva la lotta attiva agli incendi boschivi e per conseguire, al tempo stesso, una generale economia delle risorse.

Sempre nel 2010 è stato sottoscritto un protocollo d’intesa mirato a rafforzare la struttura regionale di protezione civile, a sostenere lo sviluppo delle organizzazioni di volontariato e a ridefinire la normativa regionale.