Dettaglio News

Calabria 2011: la prima giornata nelle scuole

25 novembre 2011

L'esercitazione si svolge dal 25 al 27 novembre su tutto il territorio regionale

 

 Prende il via oggi, 25 novembre, l'esercitazione nazionale di protezione civile "Calabria 2011". L'esercitazione, - che nasce con l'obiettivo di testare le attività di pianificazione messe a punto nel corso dell'anno dal Dipartimento in raccordo con la Regione Calabria - apre i lavori con una giornata interamente dedicata alle scuole. La scuola, luogo simbolo di ogni collettività, è sede privilegiata per la diffusione di buone pratiche in materia di prevenzione dei rischi naturali che insistono sul nostro territorio.

Nella giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole, "Calabria 2011" ha invitato gli istituti di ogni ordine e grado a coinvolgere i ragazzi in una prova di evacuazione che prevede che gli studenti di alcune scuole completino il momento esercitativo nelle aree di accoglienza individuate dal piano comunale.

Direttori didattici e insegnanti sono stati preparati a questa giornata attraverso un ciclo di incontri informativi che si è svolto nelle cinque province calabresi dal 15 al 18 novembre.

A supporto delle attività previste per oggi, il Dipartimento ha distribuito agli insegnanti materiale didattico e divulgativo sul rischio sismico e, a tutti i ragazzi, il vademecum "Protezione civile in famiglia", con le norme di autoprotezione da adottare in caso di emergenza.

Il Capo Dipartimento Franco Gabrielli ha deciso di trascorrere questa prima giornata di "Calabria 2011" insieme agli studenti della regione. Prime tappe, il Comune di Martirano Lombardo e Vibo Valentia. Qui il Capo Dipartimento ha incontrato i ragazzi di alcuni istituti scolastici impegnati nella prova di evacuazione e ha ricordato loro l'importanza delle esercitazioni per testare la capacità di risposta del territorio in una situazione di emergenza.

Il Capo Dipartimento ha sottolineato come questa esercitazione parta dal mondo della scuola per ribadire l'importanza della prevenzione: una necessità trasversale a tutte le realtà del territorio italiana e come, tuttavia, manchi la consapevolezza, prima ancora delle risorse, perché si radichi una cultura di protezione civile. Il mondo della scuola in Calabria - ha evidenziato Franco Gabrielli - ha risposto in materia partecipata all'esercitazione, a dimostrazione di una giusta sensibilità in materia di prevenzione, pur trattandosi di un cammino complesso che non solo la Calabria deve intraprendere.
Il Capo del Dipartimento ha poi spiegato che auto-protezione significa soprattutto essere consapevoli dei rischi che insistono sul territorio e conoscere i comportamenti virtuosi e le norme di comportamento da adottare in emergenza. Per questo ogni giovane deve prepararsi, essere informato ed essere soggetto attivo nella diffusione di una cultura della prevenzione.

A Lamezia Terme, nella sede consiliare del comune, il Capo Dipartimento é intervenuto alla presentazione del rapporto nazionale "Impararesicuri": progetto rivolto alle scuole avviato dal Dipartimento e da Cittadinanzattiva con l'obiettivo di monitorare la percezione del rischio sismico in Italia e alimentare la diffusione di buone pratiche.