Attività Stromboli 2019


Pubblichiamo in questa pagina le risposte alle domande più frequenti sullo stato di attività del vulcano e le norme di comportamento da tenere sull'isola, a seguito degli eventi di luglio e agosto 2019. 

  

Attualmente il livello di allerta per il vulcano è arancione.

Puoi leggere ulteriori informazioni sull’attività del vulcano sul sito dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia-Sezione di Catania che si occupa del monitoraggio insieme al laboratorio di geofisica sperimentale del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Firenze.

Se ti rechi sull'isola, ti suggeriamo di visitare il centro informativo INGV per approfondire la conoscenza del vulcano Stromboli e i rischi connessi alla sua attività.

Al momento i collegamenti marittimi garantiti dai mezzi di linea da e per l’isola di Stromboli sono regolari. 

In particolare, dal 3 settembre 2019 è consentito a tutti i mezzi navali lo sbarco di passeggeri sull’isola, fino a un massimo di 200 unità per imbarcazione, come chiarito nell’ordinanza n.97 del 2 settembre 2019 del Comune di Lipari.

I mezzi che sbarcano più di 40 persone a Stromboli dovranno disporre di personale idoneo e sufficiente ad accompagnarle, sia in fase di sbarco che di reimbarco, assicurandosi che i passeggeri non stazionino sulla banchina/molo d’approdo oltre il tempo necessario alle operazioni.

A seguito del fenomeno esplosivo parossistico del 3 luglio scorso, non è possibile salire sul vulcano al di sopra dei 290 metri slm., così come indicato nell'ordinanza n. 64 del 09.07.2019 del Sindaco di Lipari.

No. È molto pericoloso approssimarsi alla Sciara del fuoco. Non ci si può avvicinare a meno di 2 miglia nautiche di distanza.​