Normativa di protezione civile

Opcm n. 3871 del 21 aprile 2010: interventi e soccorsi in Cile

21 aprile 2010

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.101 del 3 maggio 2010

L’ordinanza 3871 firmata il 21 aprile dal Presidente del Consiglio dei Ministri fornisce indicazioni sulle operazioni in corso in Cile a seguito del terremoto del 27 febbraio in cui hanno perso la vita circa 800 persone e interi villaggi e città sono stati distrutti.

Le attività delle Amministrazioni e degli enti statali a sostegno della popolazione colpita dal terremoto sono coordinate dal Sottosegretario di Stato incaricato del coordinamento degli interventi di prevenzione in ambito europeo ed internazionale, Guido Bertolaso, che si avvale - in collaborazione con gli organismi internazionali - del Dipartimento della Protezione Civile (art. 1).

Il Dipartimento può stipulare una convenzione con l’Associazione Fatebenefratelli per i Malati Lontani – Afmal - per il trasferimento e la prima gestione dell’ospedale che l’Associazione dona al Cile. Le spese di completamento, trasporto e funzionamento dell’ospedale sono a carico del Fondo della Protezione Civile.

Per i soccorsi, la fornitura di beni e servizi e la realizzazione di nuove opere in Cile il Dipartimento può attivare un conto corrente bancario dove versare eventuali donazioni (art. 3).

Le Organizzazioni non governative e le altre organizzazioni presenti in Cile possono utilizzare beni e materiali per i soccorsi e le attività di prevenzione, anche attraverso apposite convenzioni con le Regioni, le Province Autonome di Trento e Bolzano e il Dipartimento della Protezione Civile (art. 4).