News

EFDRR, Riduzione del rischio di disastri a livello locale e nazionale indirizzata al Target E – “Local Solutions are the key”

23 novembre 2018

L'obiettivo o target E di Sendai punta a incrementare il numero dei Paesi in grado di ridurre i rischi

 

Una delle sessioni della mattinata di oggi 23 novembre è stata incentrata sul raggiungimento del Target E del Quadro di Sendai, volto ad aumentare il numero di Paesi provvisti di strategie nazionali e locali per la Riduzione del rischio da Disastri. Sono stati presentati gli aggiornamenti sui progressi fatti in questo senso in Europa, come pure le opportunità disponibili e gli strumenti da usare per lo sviluppo di strategie. Obiettivo principale trasformarle in azioni pratiche e investimenti.

Sottolineata l’importanza del livello locale nell’ambito della “Making Cities Resilient Campaign”, ognuno dei partecipanti ha illustrato le difficoltà incontrate, i successi e gli obiettivi ancora da raggiungere e i progetti già realizzati in coerenza con il Target E, ognuno nel proprio contesto di riferimento.

Natasa Holcinger - Rappresentante della Croazia per i Focal Point tecnici di Sendai - ha incentrato il suo intervento sulla necessità di cambiare la sensibilità delle istituzioni, affinché sempre più importanza, riconoscimento e finanziamenti vengano dati agli impegni per la riduzione del rischio da disastri, che devono essere coerenti e volti ad obbiettivi specifici per ogni diverso ambito poiché “la riduzione del rischio riguarda tutti quindi le strategie devono coinvolgere tutti i settori”.

“Disaster know no borders, but one size does not fit all”- così ha continuato Adam Banaszak, Il Vice Presidente del Parlamento Regionale della Kujawsko-Pomorsckie e Coordinatore del Comitato delle Regioni per le Risorse Naturali, che ha sottolineato come la soluzione per elaborare le migliori strategie declinabili in contesti diversi, sia ascoltare cittadini e autorità locali, gli unici che vivendo il proprio territorio, meglio ne comprendono le necessità.

Per quanto riguarda i traguardi locali, Piet Sleeking, vice sindaco di Dordrecht, Paesi Bassi, ha raccontato il brillante esempio del complesso sistema di dighe realizzato per fronteggiare il pericolo da alluvioni al quale la città è esposta; città che come tutte quelle dei Paesi Bassi sono costantemente sottoposte a stress-test per individuare i maggiori rischi da prevenire.

Importante focus inoltre è stato fatto sulla disabilità, individuata come uno degli indicatori più importanti in rapporto alle strategie per rendere le città resilienti.​