News

La Protezione civile al Festival di Giffoni: il Capo Dipartimento Borrelli incontra i giovani giurati

25 luglio 2018

 Firmato il protocollo d'intesa per la promozione della cultura della prevenzione attraverso il cinema dei ragazzi

La Protezione civile tra i protagonisti del Festival di Giffoni. E’ iniziata, quest’anno una collaborazione tra il Dipartimento della Protezione civile e il Festival che si tiene nella cittadina campana che già dalle prime battute si dimostra proficua ed efficace nell’ambito della grande sfida della comunicazione della prevenzione dai rischi che interessano il nostro paese.
Stamani a Giffoni Valle Piana è giunto il Capo del Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli con un fitto programma di attività.
In mattinata ha incontrato i ragazzi che compongono la giuria del Festival tenendo sul tema della Protezione civile quello che gli organizzatori hanno definito “Masterclass”, una testimonianza di maestri in diversi campi della conoscenza, dei mestieri, delle istituzioni e delle arti.
Borrelli si è soffermato sulla storia dei grandi disastri che hanno colpito il nostro paese nel dopo guerra e sulla risposta delle istituzioni con la creazione del Dipartimento e poi del sistema della Protezione civile attuale.
Al centro della “lezione” anche la composizione e il funzionamento del sistema e le numerose attività e iniziative messe in campo quotidianamente dal Dipartimento.
La giornata che ha visto protagonista la protezione civile al Giffoni è continuata con la firma del protocollo d’intesa tra il Dipartimento e il Giffoni experience siglato anche dal Presidente del Piero Rinaldi e dal Direttore Claudio Gubitosi. In particolare il protocollo stabilisce l’impegno delle due istituzioni a collaborare alla realizzazione di iniziative comuni che utilizzino il cinema di qualità quale strumento di conoscenza, nel campo della cultura di protezione civile e dell’adozione di comportamenti consapevoli per favorire la prevenzione dai rischi.

Ma si parla di prevenzione e di comportamenti consapevoli per tutta la durata del Festival. E’ stato attivato infatti in questi giorni un gazebo di Iononrischio dove numerosi volontari delle Associazioni di protezione civile della Regione Campania si alternano nelle attività informative della campagna incontrando centinaia di visitatori di tutte le età.