News

Pubblicato il bando 2017 del Servizio Civile: due i progetti del Dipartimento

26 maggio 2017

La domanda deve pervenire entro il 26 giugno 2017 alle 14.00

logo servizio civileIl servizio civile è un’opportunità per ragazze e ragazzi che abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno (28 anni e 364 giorni) che scelgono di dedicare un anno della propria vita a un progetto di solidarietà.
Il servizio civile volontario è un’esperienza educativa e formativa, un'occasione di crescita personale, di educazione alla cittadinanza attiva, che contribuisce allo sviluppo sociale, culturale ed economico del Paese.

I progetti del Dipartimento
. Quest’anno il Dipartimento della Protezione Civile partecipa al Bando Nazionale con due progetti, con sede a Roma, che avranno la durata di 12 mesi e che coinvolgeranno in totale 12 volontari:

• RESINA - Rafforzamento della resilienza a fronte di catastrofi naturali e antropiche: metodologie per il rischio idrogeologico e ambientale(961 Kb): il progetto, che prevede il coinvolgimento di 6 volontari, si inserisce in un più ampio programma di attività e azioni nel settore della conoscenza e della riduzione dei rischi idrogeologici e nella pianificazione e gestione delle emergenze. Il progetto nasce dall’intento di disporre di una più sistematica e organizzata conoscenza degli eventi idrogeologici verificatesi sul territorio nazionale a partire al 2005, al fine di poter notevolmente migliorare le capacità di previsione e sorveglianza degli eventi futuri, anche in base all’aggiornamento degli scenari di evento.

• Comunicare il rischio e la prevenzione: la campagna “Io non rischio: buone pratiche di protezione civile”(1085 Kb): il progetto, che si inserisce nella campagna di comunicazione nazionale per la prevenzione dei rischi naturali e antropici “Io non rischio”, mira a promuovere e diffondere le buone pratiche di protezione civile con riferimento agli specifici rischi presenti sul territorio italiano. I protagonisti di questa campagna sono principalmente i volontari di protezione civile: questi, infatti, preventivamente formati, hanno il compito di incontrare i cittadini nelle piazze di numerosi comuni italiani per raccontare loro quel che si deve sapere e ciò che si può fare per ridurre la vulnerabilità al rischio di ciascun cittadino e della comunità in cui vive. Nel progetto saranno coinvolti 6 volontari.

Requisiti e condizioni di ammissione
. Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:
- essere cittadini italiani;
- essere cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea;
- essere cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia;
- non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.
I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:
a) abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero per l’attuazione del Programma europeo Garanzia Giovani;
b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l’aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo IVO4ALL o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.

Presentazione della domanda. La domanda, che consiste nell'allegato 2 e nell’allegato 3 del bando opportunamente compilati, deve pervenire al Dipartimento entro il 26 giugno 2017 alle 14.00, firmata e accompagnata dalla fotocopia di un valido documento di identità. Le domande che arriveranno oltre questa scadenza e quelle non firmate non verranno prese in considerazione. Alla domanda vanno allegati il Curriculum Vitae e tutti i titoli che si ritengono utili ai fini della selezione.
Si consiglia, quindi, di non aspettare gli ultimi giorni per inviare la domanda, così da essere certi dell’arrivo al Dipartimento nei tempi stabiliti anche in considerazione di possibili ritardi postali che potrebbero verificarsi.

Le domande possono essere presentate secondo le seguenti modalità:

1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato, all’indirizzo: protezionecivile@pec.governo.it, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;

2) a mezzo “raccomandata A/R” al seguente indirizzo:
Dipartimento della Protezione Civile – Ufficio Volontariato, Formazione e Comunicazione – Servizio Diffusione della conoscenza della protezione civile, c/o Presidenza del Consiglio dei Ministri, Via dell’Impresa 90 – 00186, Roma.
All’esterno della busta occorre indicare “domanda di partecipazione progetti servizio civile – bando 2017”.
Si ribadisce che non farà fede il timbro postale riferito alla data dell’invio ma la data e l’orario di ricezione della raccomandata da parte del Dipartimento.

3) consegnate a mano presso gli Uffici del Dipartimento della Protezione Civile – Settore protocollo – in Via Ulpiano, 11 – Roma. La domanda potrà essere consegnata dal lunedì al venerdì (orari: 9,00–13,00 e 14,00–19,00).

Non saranno accettate domande inviate via fax o da casella di posta elettronica non certificata.

Per avere maggiori informazioni si segnalano i seguenti recapiti del Dipartimento della Protezione Civile:
• Servizio per la Diffusione della Conoscenza della Protezione Civile: tel. 06-6820 2927 – 2399 (orari: 10,00–13,00 e 15,00–17,30)
• Contact Center: 800 840 840
• Indirizzo di posta elettronica: serviziocivile@protezionecivile.it