News

Emergenza Concordia: il saluto del Commissario delegato

10 settembre 2014

A breve saranno firmate le ordinanze che definiranno il passaggio di consegne alle amministrazioni competenti in ordinario

capo dipartimento all'intero di una sala parla a un gruppo di cittadini dell'isola del giglioOggi, 10 settembre, il Capo Dipartimento ha incontrato per l’ultima volta la popolazione dell’Isola del Giglio in qualità di Commissario delegato per l’emergenza Concordia. L’obiettivo dell’incontro è stato di ringraziare chi ha lavorato e partecipato alla gestione di questa emergenza, ma anche di chiarire cosa succederà dopo la conclusione dello stato di emergenza, fissata per il 15 settembre.

Per definire il passaggio della gestione emergenziale alle competenze ordinarie delle regioni Toscana e Liguria saranno emanate due ordinanze. I provvedimenti, in corso di approvazione agli organi competenti, dovrebbero essere firmati nei prossimi giorni dal Capo Dipartimento. 

Invece, per quanto riguarda le attività di ripristino ambientale, il Capo Dipartimento ha ricordato che la società Costa Crociere ha preso l’impegno di bonificare l’area interessata dal cantiere secondo un percorso tracciato e approvato dalla Conferenza dei Servizi.

In particolare, sono già iniziate le attività di rimozione delle strutture temporanee installate per realizzare il progetto di parbuckling e refloating della nave con l’eliminazione delle undici torri installate nello specchio di mare davanti a Punta Gabbianara, la rimozione del sistema di panne di contenimento e dei sistemi di ormeggio dal fondale marino. È iniziato anche lo spostamento di alcuni container posizionati sul molo Galli, limitando l’ingombro degli spazi nel porto. A partire dall’8 agosto, inoltre, sono state avviate le attività sperimentali di sollevamento dei sacchi di cemento dal fondale, per minimizzare l’impatto sull’ambiente marino e ottenere informazioni sul comportamento dei sacchi durante il recupero.
 

Magazine