“#Comunicare l’emergenza”: il progetto di prevenzione presentato a Spoltore

Progetto "comunicare l'emergenza" a Spoltoredi Cristina Spatola

È stato presentato lo scorso 23 gennaio presso la sala consiliare di Spoltore, provincia di Pescara, il progetto “Comunicare l’Emergenza”, dedicato a nuovi modelli comunicativi e informativi per la Protezione Civile e finanziato dalla Regione Abruzzo grazie ai fondi Por Fse Abruzzo 2014-2020. Nell’ambito del bando “Comunicare per Proteggere” la Regione Abruzzo ha scelto di finanziare 10 progetti comunali per un milione di euro.

Scegliere di supportare iniziative di comunicazione s’inserisce tra gli obiettivi di prevenzione previsti dal Codice di protezione civile, dove l’informazione è citata tra le attività di prevenzione di protezione civile (articolo 2 del d. lgs. 1/2018).

“#Comunicare l'emergenza” prevede la redazione di un Piano di comunicazione, lo sviluppo di un percorso formativo di 100 ore e la realizzazione di un’App multifunzione in grado di interagire con gli operatori del settore, con i cittadini e gli altri soggetti coinvolti in caso di emergenze e calamità naturali. I corsi, in date e orari da concordare, partiranno a marzo e dovrebbero terminare a luglio.

Pilastri del progetto saranno la formazione sulla comunicazione istituzionale e di protezione civile di operatori di protezione civile e la diffusione del piano comunale di protezione civile. È prevista la realizzazione di prodotti di comunicazione di divulgazione rivolti ai bambini e ai ragazzi, con una linea grafica dedicata e adeguata a un pubblico di giovani cittadini.

Hanno preso parte alla presentazione del progetto oltre ai rappresentanti del Comune, in particolare Consigliere e Dirigente di Protezione Civile, il Sindaco di Spoltore Luciano Di Lorito, il Sottosegretario Regionale alla protezione civile, il Vice Prefetto della Prefettura di Pescara, il Comandante del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Pescara, un rappresentante del Centro Funzionale Regionale e un funzionario del Dipartimento della Protezione Civile.

Presenti anche i rappresentanti delle strutture operative territoriali oltre ad alcune scolaresche che saranno coinvolte nelle fasi successive del progetto.



(25 gennaio 2019)

Link esterni