Regione Calabria, concluso il "secondo campo-raduno regionale del volontariato di protezione civile"

di Beatrice Fianco 

«Tre giorni di formazione, dibattiti, esercitazioni. Questo facciamo per prepararci, confrontarci e condividere esperienze, per essere pronti nel futuro ad intervenire in modo efficace nell'emergenza» Con queste parole
Angelo Borrelli, Capo Dipartimento della Protezione Civile, è intervenuto al convegno "Verso un nuovo Sistema di Protezione Civile" che si è svolto il 7, 8 e 9 settembre, presso la Fondazione Mediterranea Terina di Lamezia terme nell'ambito del “Secondo Campo-Raduno Regionale del Volontariato di protezione civile”, organizzato dalla Protezione Civile regionale in collaborazione con la Consulta delle Organizzazioni di volontariato iscritte all’Albo regionale.

Il Campo che Angelo Borrelli ha visitato domenica 9 settembre ha visto la partecipazione di oltre 1200 volontari, tra cui 400 in pernotto presso le 60 tende montate nell’area antistante la Fondazione Terina. Grazie a questa organizzazione è stata testata la capacità della Colonna Mobile Regionale di realizzare e gestire un Campo per garantire l’assistenza alla popolazione in caso di grande calamità e formare i volontari attraverso corsi ed esercitazioni mirate su argomenti come la gestione di tendopoli, il soccorso durante le emergenze, lo spegnimento degli incendi, la ricerca dei dispersi.
Sempre durante la giornata conclusiva, Angelo Borrelli ha potuto assistere all’esercitazione dedicata al salvataggio tecnico in emergenza con elicotteri.

Obiettivo delle giornate, quindi, l’incontro e lo scambio di conoscenze e competenze in tema di Protezione Civile, fortemente orientato verso l'integrazione tra attori sociali, in cui il volontariato costituisce un’essenziale componente, utile a garantire una risposta pronta ed efficace in caso di emergenza.

 

 



(10 settembre 2018)