Eventi

10 – 11 novembre - I dieci anni del Meccanismo Europeo di protezione Civile

10 anni meccanismo 

Evento

Civil protection and humanitarian aid facing disasters and crises together – Reinforcing cooperation on the field for a more efficient International response capacity
Tipo  Conferenza Internazionale
Quando  10 – 11 novembre 2011
Dove Biblioteca Nazionale Centrale
Viale Castro Pretorio, 105 - 00185 Roma
Lingua La lingua del convegno è l'inglese. È previsto un servizio di traduzione simultanea in italiano, francese, e arabo e russo.
Ente/i organizzatore/i Dipartimento della Protezione Civile e Ministero degli Affari Esteri
Contatti

international@protezionecivile.it

 


Civil protection and humanitarian aid facing disasters and crises togetherIl Meccanismo Europeo di Protezione Civile, istituito con Decisione del Consiglio del 23 ottobre 2001, a dieci anni dalla sua nascita dimostra una rafforzata collaborazione nella gestione delle emergenze in territorio europeo ed extraeuropeo. Una cooperazione realizzata nel quadro del principio di sussidiarietà, grazie al quale gli interventi in caso di disastri possono essere intrapresi in coordinamento e su richiesta dello Stato colpito.

Negli ultimi anni, il coinvolgimento del Meccanismo – per il maremoto nel Sud Est Asiatico nel 2004, per il terremoto del 2010 ad Haiti, per l’inondazione in Pakistan e l’Emergenza Umanitaria Nord Africa – conferma l’importanza della collaborazione tra l’Organizzazione delle Nazioni Unite e l’Unione Europea, nel più ampio contesto di risposta ai disastri internazionali. La crescente sinergia tra le attività di protezione civile e gli aiuti umanitari, fa quindi del Meccanismo Europeo un importante attore anche nell’ambito delle emergenze umanitarie. 
La collaborazione Onu - Ue è al centro del dibattito della conferenza che si sviluppa nelle due giornate del 10 e 11 novembre, organizzata dal Dipartimento della Protezione Civile e dal Ministero degli Affari Esteri con l’obiettivo di definire un approccio di risposta ai disastri, concordato e condiviso dalle parti.
Un’evoluzione importante già annunciata nella Comunicazione della Commissione europea del 26 ottobre 2010 "Potenziare la reazione europea alle catastrofi: il ruolo della protezione civile e dell'assistenza umanitaria" che ha lo scopo di facilitare l’impiego di competenze e risorse della protezione civile e degli aiuti umanitari, in caso di emergenze.

Il documento della Commissione, che mira ad adottare una nuova strategia per gestire le catastrofi naturali o causate dall’uomo, getta le basi nell’art.196 del Trattato di Lisbona che mira a “favorire le azioni intraprese a livello internazionale in materia di protezione civile”.

Un altro passo importante verso la futura proposta della Commissione per la riforma legislativa del Meccanismo Europeo che mira al potenziamento delle capacità di risposta ai disastri attraverso:

- disponibilità di risorse su base programmatica seppur volontaria da parte degli Stati,
- una politica di prevenzione di supporto all’intero sistema del Meccanismo, procedure più semplici, e la realizzazione dell’Emergency Response Centre nell’ambito della DG – ECHO, Direzione Generale per gli Aiuti Umanitari e la Protezione Civile,
- un potenziamento dell’attuale Monitoring and Information Centre (MIC) che avrà il compito di guardare sia alle emergenze di carattere umanitario che a quelle più strettamente vicine alla protezione civile.
 

 

Approfondimento rischi