Dossier

Esercitazione "Belice 2018"

 

Soggetti coinvolti

Durante l’esercitazione viene testato il modello di intervento previsto per assicurare il coordinamento di un’emergenza.

Sono coinvolti e attivati, per posti di comando, il Dipartimento della Protezione Civile, il Dipartimento della protezione civile della Presidenza della Regione Siciliana, le Prefetture di Agrigento, Palermo e Trapani (attraverso i CCS-Centro di Coordinamento Soccorsi), i Com-Centri Operativi Misti di Sciacca, Corleone, Castelvetrano e oltre 20 Coc-Centri Operativi Comunali.

Le sale operative (la Sala Situazione Italia presso il Dipartimento della Protezione Civile e la Soris-Sala Operativa Regionale Integrata Siciliana), i Centri di coordinamento territoriali e le strutture che si occupano ordinariamente del soccorso - dai Vigili del Fuoco alle organizzazioni di volontariato - simulano procedure e flussi informativi. Le strutture che operano ordinariamente sul territorio e che non risultano compromesse nell’evento intervengono, ciascuno secondo la proprie procedure, per prestare soccorso e prima assistenza alla popolazione, comunicando tutte le informazioni utili attraverso le proprie sale operative alla S.O.R.I.S. (table top). Le prime notizie indicano un’area di risentimento assai ampia, con gravi danni.

- Avanti Successiva Precedente Indietro -