Dossier

Hyogo Framework for Action 2005-2015

 

Piano decennale per ridurre i danni provocati dai rischi naturali

Hyogo Framework for Action 2005 -2015 é un piano decennale per ridurre i danni provocati dai rischi naturali adottato dai 168 Paesi che hanno partecipato alla Conferenza Mondiale sulla Riduzione dei Disastri, che si é tenuta nel gennaio 2005 a Kobe, Hyogo in Giappone.
Questo piano decennale si inserisce nel contesto della International Stategy for Disaster Reduction (ISDR).
La strategia internazionale per la riduzione dei disastri (ISDR) è stata adottata in seguito alla Risoluzione n. 63 del 1999 del Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite e chiede ai 168 paesi firmatari di istituire Piattaforme Nazionali Multisettoriali per la riduzione del rischio così da raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile con l’utilizzo di mezzi scientifici e tecnici (in alcuni paesi delle piattaforme così organizzate già esistevano perché costituite nel quadro del Decennio Internazionale per Riduzione del Rischio da Disastri Naturali).


Gli Obiettivi

  • ridurre, entro il 2015, la perdita di vite umane, di beni sociali, economici e ambientali in caso di disastro naturale;
  • integrare la riduzione del rischio da disastro nelle politiche di sviluppo sostenibile;
  • sviluppare e rafforzare le istituzioni, i meccanismi e le capacità per aumentare la resistenza ai rischi;
  • incorporare sistematicamente gli approcci alla riduzione del rischio nell’implementazione della risposta immediata e nei programmi di ripresa.


Impegni degli Stati firmatari

Riconoscendo la loro primaria responsabilità nel garantire la sicurezza dei cittadini, i Governi si sono impegnati a:

  • sviluppare meccanismi di coordinamento nazionali;
  • effettuare verifiche sullo stato della riduzione del rischio derivante da eventi disastrosi;
  • pubblicare e aggiornare rapporti sui programmi nazionali;
  • esaminare i progressi nazionali verso l’implementazione degli obiettivi e delle priorità del Hyogo Framework for Action;
  • lavorare per implementare gli strumenti legali pertinenti;
  • integrare la riduzione del rischio derivante dai disastri con le strategie sui cambiamenti climatici.

In aggiunta agli sforzi all’interno dei propri confini nazionali, i Governi hanno convenuto di intensificare la cooperazione nell’ambito della riduzione del rischio riconducibile ai disastri attraverso l’azione delle organizzazioni regionali e internazionali.


Priorità dell’Azione

  • rendere la riduzione del rischio una priorità: assicurare che la riduzione del rischio sia una priorità nazionale e locale con basi istituzionali forti per l’implementazione;
  • conoscere il rischio e agire di conseguenza: identificare e monitorare i rischi per rendere più efficace il sistema di allarme preventivo;
  • costruire la conoscenza e la consapevolezza: sfruttare la conoscenza, l’innovazione e l’educazione per costruire una cultura di sicurezza a tutti i livelli;
  • riduzione del rischio;
  • riduzione dei fattori di rischio
  • risposta immediata: rafforzare la prontezza nel far fronte ai disastri per una risposta efficace a tutti i livelli.


Strumenti operativi

L’implementazione degli obiettivi e delle priorità del Hyogo Framework for Action si svolge su 2 livelli:
quello delle piattaforme nazionali per la riduzione del rischio e quello della piattaforma globale.

- Avanti Successiva