Dossier

Campagna Antincendio Boschivo 2017

 

Le raccomandazioni del Presidente del Consiglio

immagine di repertorio - mano che compila un documentoAnche quest'anno il Presidente del Consiglio dei Ministri detta le raccomandazioni, rivolte a Regioni e Province autonome, per un efficace contrasto agli incendi boschivi, di interfaccia e ai rischi che ne conseguono.

Nelle raccomandazioni, il Presidente sottolinea l’importanza di un impegno crescente sul piano della prevenzione, dell’avvistamento e del monitoraggio del territorio, da intraprendere anche in modo sinergico, attraverso accordi a livello territoriale, ad esempio tra Regioni confinanti. Come negli anni precedenti, si pone inoltre l’accento sull’importanza di diffusione della cultura di protezione civile anche attraverso campagne di sensibilizzazione e di educazione alla tutela dell'ambiente per favorire nel cittadino un ruolo attivo nella riduzione del rischio.

Attività di prevenzione. 
Il Presidente del Consiglio ribadisce l’importanza di incrementare il monitoraggio del territorio e le azioni di prevenzione e il necessario raccordo tra i settori che si occupano di contrasto agli incendi e quelli che hanno responsabilità in materia di protezione civile. In particolare, si raccomanda il coinvolgimento dei Centri Funzionali Decentrati per assicurare, oltre all’attività di monitoraggio e sorveglianza delle condizioni meteo, anche l’attività di previsione delle condizioni di rischio incendi, attraverso la predisposizione del bollettino dedicato. Si raccomanda, inoltre, alle Regioni e le Province Autonome di supportare le Amministrazioni comunali nelle attività di prevenzione indiretta, tra cui sono prioritari l’istituzione e l’aggiornamento del catasto dei suoli percorsi dal fuoco.

Attività di pianificazione (come prevista dalla legge quadro sugli incendi boschivi)
. Il provvedimento ribadisce il ruolo chiave dell’attività di pianificazione, e sollecita la revisione annuale del Piano regionale per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi. Le raccomandazioni sollecitano, inoltre, un necessario raccordo tra Pianificazione regionale e Piani per i parchi e le riserve dello Stato, predisposti dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del mare.

Attività di pianificazione di protezione civile. Le Raccomandazioni chiedono alle Regioni di sollecitare e sostenere i Sindaci nella redazione dei piani comunali e intercomunali di protezione civile, con particolare riferimento al rischio di incendi di interfaccia, e alle attività di mappatura del territorio, della definizione delle procedure di allertamento del sistema locale di protezione civile e di informazione alla popolazione.

Lotta attiva agli incendi boschivi e di interfaccia. Per assicurare la lotta attiva agli incendi boschivi e di interfaccia e una efficace gestione dell’emergenza le raccomandazioni sottolineano l’importanza del raccordo tra le Sale Operative Unificate Permanenti, previste dalla legge quadro, e le Sale Operative regionali di protezione civile. Fondamentale anche il collegamento permanente con il Centro Operativo Aereo Unificato e la Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, rispettivamente per la richiesta di concorso aereo e il coordinamento con l’impiego delle flotte regionali, e il costante aggiornamento sulle eventuali situazioni emergenziali.

- Avanti Successiva Precedente Indietro -

Comunicati stampa