Comunicati Stampa

Donazioni sisma Centro Italia: approvati tutti i progetti finanziati con la raccolta fondi

18 ottobre 2018

Si è svolta ieri, presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile, una riunione del Comitato dei Garanti, istituito lo scorso anno per supervisionare l’uso dei fondi raccolti tramite il numero solidale 45500 attivato in favore della popolazione colpita dal sisma in Centro Italia. Nel corso dell’incontro sono state approvate le ultime proposte progettuali di utilizzo delle somme residue, pari a 366.012,51 euro, derivanti dalla raccolta fondi, che vanno ad aggiungersi ai 34.171.821,52 destinati ai progetti approvati in precedenza dal Comitato dei Garanti, per un ammontare complessivo delle somme raccolte pari a 34.537.834,03 euro.

Alla riunione erano presenti il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, i membri del Comitato dei Garanti, i rappresentanti dell’Ufficio del Commissario straordinario di Governo per la ricostruzione e degli Uffici per la Ricostruzione regionali, i rappresentanti degli operatori telefonici Tim, Vodafone Omnitel, Fastweb, Wind Tre, PostePay e della comunicazione RAI, Mediaset, Sky Italia.

Nel complesso, gli oltre 34 milioni e mezzo di euro raccolti grazie alla solidarietà di tutti coloro che hanno donato attraverso tre raccolte fondi con numero solidale 45500 - di cui una, “Ricominciamo dalle scuole”, finalizzata alla ricostruzione e alla messa in sicurezza degli edifici scolastici - nonché attraverso il conto corrente bancario aperto dal Dipartimento, sono impiegati per la realizzazione di 94 progetti, proposti dalle Regioni colpite dal sisma, d’intesa con i territori e approvati dal Comitato dei Garanti nel corso del tempo.

In particolare, a partire dal 17 luglio 2017, per la regione Marche sono stati approvati 83 progetti complessivi, per un totale di 21.213.000,00 euro, che riguardano la realizzazione di scuole, di strutture polifunzionali, di centri polivalenti di aggregazione sociale, di aree per le attività produttive, il recupero e il consolidamento di edifici pubblici, la riqualificazione di aree urbane, la realizzazione di poli ricreativi, sportivi e culturali, di biblioteche comunali, di ludoteche, di aree giochi e parchi pubblici, di centri intercomunali, di elisuperfici, la realizzazione di nuove strade e piazze, la dotazione di arredi e strumenti informatici per le scuole, la riqualificazione di aree urbane, interventi per residenze protette e case di riposo.
Alla regione Umbria sono stati destinati 4.825.284,80 euro per la realizzazione di una serie di centri di comunità a Norcia, Vallo di Nera, Cascia, Preci, per il restauro di beni culturali mobili, per l’implementazione della rete informatica nei territori della Valnerina e interventi a favore delle scuole.
Per la regione Lazio sono stati finanziati progetti per 4.710.530,00 euro, destinati alla ricostruzione delle scuole di Poggio Bustone, Collevecchio, Rivodutri e all’implementazione del wi-fi nel reatino.
All’Abruzzo sono stati destinati 3.423.006,72 euro per il recupero del palazzo Crescenzi, nel comune di Montebello di Bertona, danneggiato dal sisma, per la realizzazione di due centri di comunità a Montereale e a Capitignano e per l’adeguamento del liceo scientifico aeronautico di Corropoli.

Il Comitato dei Garanti ha deciso di aggiornare i propri lavori a gennaio 2019, allorquando sarà fornito dalle Regioni un primo quadro conoscitivo dello stato di realizzazione degli interventi avviati.

 

Comunicati stampa