Comunicati Stampa

Protezione civile: fra un mese esercitazione internazionale Neiflex

10 maggio 2018

Manca poco meno di un mese all’esercitazione internazionale sul rischio idraulico, in programma dal 07 al 09 giugno, che simulerà, nell’ambito del progetto europeo Neiflex – North Eastern Italy Flood Exercise, l’intervento di squadre nazionali e internazionali per il soccorso in caso di alluvioni, nelle regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia.

L’esercitazione, cofinanziata dalla Commissione Europea nel quadro dell’azione del Meccanismo Unionale di protezione civile, vede il Dipartimento della Protezione Civile, in collaborazione con le regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, come coordinatore di un consorzio composto da Austria, Francia, Montenegro, Serbia, Slovenia, a cui si unisce anche la partecipazione della Federazione Russa. Il tema del progetto è legato alla gestione del rischio idraulico e prevede la realizzazione di un contesto esercitativo con dispiegamento reale di uomini e mezzi, nonché l’organizzazione di un’edizione straordinaria della campagna di comunicazione “Io Non Rischio”.

Già in questi giorni, infatti, si è svolto, nelle due regioni interessate, un workshop dedicato alla diffusione della cultura del rischio - in sinergia con la protezione civile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e quella della Regione Veneto - con l’obiettivo di presentare la campagna “Io non rischio” ai Paesi partner e di condividere le esperienze estere su analoghe iniziative di sensibilizzazione della popolazione sul tema della prevenzione dei rischi. Nella giornata di venerdì 11 maggio si riuniranno a Roma rappresentanti del Consorzio, degli Stati Membri del Meccanismo Unionale di protezione civile e del sistema nazionale per definire lo sviluppo e l’attuazione di un programma per il monitoraggio e valutazione delle fasi operative del progetto, che rappresenta uno degli obiettivi cardine di Neiflex.

L’esercitazione, che si svolgerà nell’area della confluenza dei bacini dei fiumi Livenza e Tagliamento, inizierà con un graduale coinvolgimento dei vari livelli territoriali, in modo da poter sviluppare e testare l’attivazione dei livelli del coordinamento locale, il coinvolgimento del sistema scolastico e dei beni culturali oltre che gli aspetti legati all’assistenza sanitaria, su cui, a partire dal 7 giugno, si innesteranno le componenti nazionale ed internazionale.

Neiflex testerà il coordinamento e l’attivazione del sistema nazionale di protezione civile oltre alle capacità d’intervento delle squadre operative europee, con la collaborazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, della Regione Piemonte e dell’Esercito Italiano.

La giornata di sabato 9 giugno, oltre al workshop conclusivo dedicato ai risultati dell’esercitazione, ha in programma un’edizione straordinaria di “Io Non Rischio”, campagna nazionale di comunicazione sulle buone pratiche di protezione civile, nelle piazze di San Michele al Tagliamento, Latisana e Pordenone.

L’esercitazione e le iniziative collaterali potranno essere seguite anche sui social media, con l’hashtag #Neiflex