Comunicati Stampa

Protezione civile: Curcio a Bruxelles per inaugurazione Corpo Medico Europeo

15 febbraio 2016

Il Capo Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, ha partecipato oggi a Bruxelles, presso la sede della Commissione Europea, all’inaugurazione del Corpo medico europeo (EMC), il dispositivo attraverso il quale équipe e materiale medico dei paesi membri dell’Unione europea possono essere dispiegati per provvedere all’assistenza medica nell’ambito della risposta alle emergenze all’interno e all’esterno del territorio dell’Unione Europea.

"Sosteniamo con forza questo processo ed a livello nazionale abbiamo unito i nostri sforzi con il Ministero della Salute ed il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per garantire il supporto necessario attraverso la partecipazione di squadre italiane al Corpo Sanitario Europeo” ha dichiarato il Capo Dipartimento Curcio, intervenuto alla Tavola Rotonda che ha seguito l’inaugurazione.

L’esigenza di creare e implementare il dispositivo nasce dopo l’esperienza della gestione dell’emergenza causata dalla diffusione della malattia Ebola in Africa occidentale dello scorso anno. E’ emersa cioè l’esigenza di creare squadre di esperti prima che un'emergenza sia conclamata, il che assicura una reazione più rapida e prevedibile. Il corpo medico può includere squadre mediche di emergenza, esperti in sanità pubblica e di coordinamento sanitario, laboratori di biosicurezza mobili, aeromobili per l'evacuazione medica e squadre di supporto logistico.

Dal gennaio 2016 diversi paesi europei hanno già offerto équipe e materiale al dispositivo per far parte del quale è necessario, da parte delle stesse équipe, sottoporsi ad un processo di certificazione per assicurare che essi garantiscano criteri stringenti di valutazione. Il Corpo medico europeo è parte della Capacità europea di risposta alle crisi, progetto creato dal Meccanismo europeo di Protezione civile. L’attività delle equipe mediche è coordinata dal Centro di coordinamento di risposta all’emergenza della Commissione Europea (ERCC).