Terremoto Centro Italia 2016

Il Dipartimento della Protezione Civile sta coordinando l’emergenza Terremoto in Centro Italia.
Lo stato di emergenza è stato dichiarato a seguito dell’evento del 24 agosto 2016 e successivamente esteso dopo i forti terremoti del 26 e del 30 ottobre.

Il 24 agosto alle 3.36 un terremoto di magnitudo 5.9 colpisce il Centro Italia. Sono migliaia le persone coinvolte con un grave bilancio di vittime e numerosi danni sul territorio. Immediatamente il Capo Dipartimento della Protezione Civile convoca il Comitato Operativo, che si riunisce in seduta permanente nella sede operativa del Dipartimento.

Dal 28 agosto la Dicomac-Direzione di comando e controllo, istituita a Rieti, provvede al coordinamento delle attività di gestione dell’emergenza attraverso una serie di attività: dall'assistenza alla popolazione alla ricognizione dei danni su abitazioni, patrimonio artistico-culturale ed edifici pubblici, dalla ricerca di soluzioni abitative alternative al sostegno alle attività produttive.

Il 26 e il 30 ottobre nuovi violenti terremoti interessano il Centro Italia, in particolare il confine tra Umbria e Marche, già duramente colpito dall’evento sismico del 24 agosto. L’evento del 26 ottobre è caratterizzato da due forti scosse di magnitudo 5.4 e 5.9, mentre il 30 ottobre una nuova forte scossa di magnitudo 6.5 causa nuovi danni e crolli agli edifici. A differenza del terremoto di agosto con questi due ultimi eventi non si hanno perdite di vite umane, ma salgono a decine di migliaia le persone coinvolte e aumentano danni e crolli.

I Consigli dei Ministri, del 27 e del 31 ottobre, estendono gli effetti della dichiarazione dello stato d'emergenza del 25 agosto per gli eccezionali eventi sismici che il 24 agosto hanno colpito Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo e confermano l’attuazione degli interventi urgenti tramite Ordinanze del Capo Dipartimento.

 

Donazioni

In questa pagina tutte le informazioni per donare attraverso il conto corrente bancario attivato dal Dipartimento e attraverso il numero solidale 45500. In entrambi i casi le somme raccolte saranno destinate a progetti per le popolazioni colpita dai terremoti in Centro Italia. 

Vai alla pagina

News


Vedi tutte le news

Comunicati stampa


Vedi tutti i comunicati stampa

Dossier

Terremoto Centro Italia: i container per l'accoglienza di breve termine
Dopo la scossa di magnitudo 6.5 che il 30 ottobre ha nuovamente colpito le Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo si è lavorato, in raccordo con le amministrazioni locali, a individuare una soluzione rapida per accogliere i cittadini dei Comuni colpiti.

Terremoto Centro Italia: le Sae-Soluzioni abitative in emergenza
Dopo il terremoto del 24 agosto 2016, il Dipartimento della Protezione civile ha messo a disposizione delle Regioni e dei Comuni colpiti l’Accordo quadro per la fornitura di Sae-Soluzioni abitative in emergenza.

Vedi tutti i dossier