Opcm n. 4007 – Studi di microzonazione sismica (art. 2, comma 1, lettera a)

L’ordinanza destina 10 milioni di euro agli studi di microzonazione sismica, almeno di livello 1. I contributi destinati alle Regioni per lo svolgimento degli studi sono definiti in funzione dell'indice medio di rischio sismico e sono ripartiti tra i Comuni in base alla popolazione residente sul territorio comunale secondo l’ultimo dato Istat disponibile al 7 marzo 2012, data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’opcm 4007.

Il documento tecnico di riferimento per la realizzazione degli studi è rappresentato dagli “Indirizzi e criteri per la microzonazione sismica”, approvati il 13 novembre 2008 dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. I contributi sono concessi alle Regioni ed agli enti locali previo cofinanziamento della spesa in misura non inferiore al 40% del costo degli studi di MS.
Le Regioni, sentiti gli enti locali, individuano i territori sui quali è prioritaria la realizzazione degli studi e trasmettono il programma di attività al Dipartimento della protezione civile.
Il supporto e monitoraggio degli studi di MS a livello nazionale è garantito dalla Commissione tecnica istituita a livello interistituzionale dall’opcm 3907/10, che opera a titolo gratuito presso il Dipartimento della Protezione Civile.

Le Regioni che intendano realizzare studi di MS di approfondimento superiore al livello 1 con metodi semplificati (livello 2), laddove le condizioni geologiche e morfologiche lo consentano, potranno utilizzare,nell’ambito del finanziamento assegnato, una quota fino ad un massimo di 30.000 euro per la realizzazione di abachi regionali, purché la popolazione ricadente nei comuni già micro zonati (livello 1) corrisponda almeno al 30% del totale della popolazione residente nei comuni con ag≥0.125g.
Qualora gli studi di MS siano accompagnati dall’analisi della Condizione Limite per l’Emergenza (CLE), il contributo statale aumenta, riducendo il cofinanziamento fino al 25% del costo degli studi di MS. L’analisi della CLE è facoltativa per gli studi di MS di livello 1 e 2, mentre è obbligatoria per gli studi di MS di livello 3.
Per la realizzazione degli studi di MS e per l’analisi della CLE la Commissione tecnica ha definito degli standard di rappresentazione e archiviazione informatica, approvati e adottati dalle Regioni.


Studi finanziati

Dati aggiornati al 24 gennaio 2017