Gli Stati Generali del Volontariato di Protezione Civile

frame stati generali volontariatoTra il 13 e il 15 aprile 2012 si sono svolti a Roma, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi Roma Tre, gli Stati Generali del Volontariato di Protezione Civile.
L’appuntamento è stato una tappa importante del percorso intrapreso da volontariato e istituzioni per discutere, in un contesto ampio e partecipato, i grandi temi che interrogano chi si occupa di cittadinanza attiva.

Ad incontrarsi sono stati i rappresentanti di organizzazioni nazionali, associazioni locali e gruppi comunali: diverse espressioni e articolazioni del mondo del volontariato, straordinaria realtà del nostro Paese. In particolare hanno partecipato ai lavori circa 250 delegati che si sono confrontrati su “valori, rappresentanza, ruoli e risorse”, gli argomenti oggetto dell’incontro. Vista l’importanza di un confronto partecipato e attivo su questi temi, il Dipartimento ha realizzato una consultazione on line, chiusa il 10 aprile 2012. I contributi ricevuti, pubblicati su questo sito, sono stati consegnati ai delegati durante le giornate di lavoro.

Gli Stati Generali del 2012 sono stati realizzati a 12 anni dall’ultima Conferenza nazionale del volontariato di protezione civile, tenutasi a Orvieto nel marzo 2000, e a 11 anni dall’emanazione del Regolamento sulla partecipazione delle organizzazioni di volontariato nelle attività di protezione civile (Dpr 194/2001).

L’incontro si è tenuto in occasione del ventesimo anniversario della nascita Servizio Nazionale di Protezione Civile e del trentennale del Dipartimento, e ha consentito una riflessione generale sul ruolo del volontariato e sui suoi cambiamenti nell’ambito del sistema di protezione civile in Italia. L'iniziativa ha inoltre ricevuto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Le tre giornate. Il 13 aprile è stata la giornata di apertura dell’iniziativa che ha avuto luogo alla presenza delle più alte cariche dello Stato e dei vertici delle componenti e strutture operative del Servizio Nazionale di Protezione Civile. La data del 14 aprile è stata interamente dedicata agli “addetti ai lavori” che hanno affrontato i temi suddivisi in quattro gruppi di studio.
Gli Stati Generali si sono conclusi domenica 15 aprile con la presentazione degli esiti dei lavori. Pubblichiamo i resoconti delle tre giornate.

Associazioni locali di protezione civile , gruppi comunali e organizzazioni nazionali rappresentano oggi un presidio prezioso sul territorio e un elemento imprescindibile per la capacità operativa di risposta del Sistema nelle emergenze. Ma oggi più che mai il volontariato si traduce anche in un’azione quotidiana di prevenzione che implica un rapporto costante con le istituzioni e con la popolazione. Armonizzare i diversi ambiti e livelli di intervento, tutelando le peculiarità di ciascuno e contestualmente incardinando l’azione del volontariato in un sistema più generale di responsabilità e coordinamento è un obiettivo tanto urgente quanto delicato e complesso. L’incontro degli Stati Generali servirà a fare tesoro delle esperienze e a tracciare il percorso per costruire un sistema organico e dinamico, capace di rispondere alle molteplici esigenze operative e di integrarsi con anche con nuove diverse realtà.

Leggi il documento "I ruoli e le modalità operative"

Scarica il documento "I ruoli e le modalità operative" in formato pdf(154 Kb)