Gli Stati Generali del Volontariato di Protezione Civile

frame stati generali volontariatoTra il 13 e il 15 aprile 2012 si sono svolti a Roma, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi Roma Tre, gli Stati Generali del Volontariato di Protezione Civile.
L’appuntamento è stato una tappa importante del percorso intrapreso da volontariato e istituzioni per discutere, in un contesto ampio e partecipato, i grandi temi che interrogano chi si occupa di cittadinanza attiva.

Ad incontrarsi sono stati i rappresentanti di organizzazioni nazionali, associazioni locali e gruppi comunali: diverse espressioni e articolazioni del mondo del volontariato, straordinaria realtà del nostro Paese. In particolare hanno partecipato ai lavori circa 250 delegati che si sono confrontrati su “valori, rappresentanza, ruoli e risorse”, gli argomenti oggetto dell’incontro. Vista l’importanza di un confronto partecipato e attivo su questi temi, il Dipartimento ha realizzato una consultazione on line, chiusa il 10 aprile 2012. I contributi ricevuti, pubblicati su questo sito, sono stati consegnati ai delegati durante le giornate di lavoro.

Gli Stati Generali del 2012 sono stati realizzati a 12 anni dall’ultima Conferenza nazionale del volontariato di protezione civile, tenutasi a Orvieto nel marzo 2000, e a 11 anni dall’emanazione del Regolamento sulla partecipazione delle organizzazioni di volontariato nelle attività di protezione civile (Dpr 194/2001).

L’incontro si è tenuto in occasione del ventesimo anniversario della nascita Servizio Nazionale di Protezione Civile e del trentennale del Dipartimento, e ha consentito una riflessione generale sul ruolo del volontariato e sui suoi cambiamenti nell’ambito del sistema di protezione civile in Italia. L'iniziativa ha inoltre ricevuto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Le tre giornate. Il 13 aprile è stata la giornata di apertura dell’iniziativa che ha avuto luogo alla presenza delle più alte cariche dello Stato e dei vertici delle componenti e strutture operative del Servizio Nazionale di Protezione Civile. La data del 14 aprile è stata interamente dedicata agli “addetti ai lavori” che hanno affrontato i temi suddivisi in quattro gruppi di studio.
Gli Stati Generali si sono conclusi domenica 15 aprile con la presentazione degli esiti dei lavori. Pubblichiamo i resoconti delle tre giornate.

Il volontariato di protezione civile ha spesso difficoltà d'accesso a finanziamenti o contributi che ne garantiscano la sopravvivenza. Questo limite compromette non solo la possibilità di far fronte alle necessità strutturali ordinarie di formazione, implementazione delle capacità operative e mantenimento delle attrezzature, ma anche la possibilità di garantire l’operatività che compete alle organizzazioni nella gestione delle emergenze, nell’erogazione di servizi di tutela e prevenzione dei rischi, nel monitoraggio del territorio e nella divulgazione della cultura di protezione civile. Lo scenario attuale desta nelle organizzazioni preoccupazioni: i tagli dei finanziamenti in via diretta e indiretta ne colpiscono la vitalità, ne minacciano la sopravvivenza, ne limitano le capacità operative. Obiettivo dell’incontro è analizzare i nuovi possibili canali di finanziamento e discutere sulle modalità concrete di accesso, prevedendo un più efficace dinamismo da parte delle organizzazioni stesse nell’individuazione delle risorse necessarie e una maggiore attenzione da parte delle istituzioni.

Leggi il documento "Le risorse"

Scarica il documento "Le risorse" in formato pdf(217 Kb)