Schede Tecniche

Sismicità storica del Veneto

Nella Tabella vengono elencati i terremoti storici che hanno colpito il Veneto con effetti pari o superiori al VII grado nella scala proposta da Mercalli, Cancani e Sieberg (MCS).

La scheda tecnica è stata aggiornata con le più recenti elaborazioni contenute nel Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani CPTI11.

Data
Area epicentrale I MCS
MAGNITUDO
Descrizione

3 gennaio 1117
 
Veronese IX-X
Mw=6.7
I danni maggiori si registrarono a Verona, ma interessarono anche la valle dell’Adige e, verso Sud, il territorio fino ai primi rilievi emiliani.

4 novembre 1268
 
Trevigiano VII-VIII
Mw=5.4
Colpita la provincia di Treviso. Danni gravi a Treviso, Feltre, Asolo. La scossa fu fortemente risentita a Padova.


25 febbraio 1695
 

Asolano X
Mw=6.5
Gravi danni in larga parte del Veneto in particolare nell’alto trevigiano, a sud del Monte Grappa. Colpita la città di Asolo. Centinaia le vittime

12 giugno 1836
 
Bassano VIII
Mw=5.5
Le località più danneggiate furono Liedolo, Fonte, Sant’Eulalia: Complessivamente crollarono un centinaio di case. Sentita fortemente anche a Venezia. 

11 agosto 1866
 
Monte Baldo VII
Mw=4.9
Danni nelle località poste sulla riva orientale del Lago di Garda, in particolare ad Assenza, Cassone, Castelletto, Malcesine.

29 giugno 1873
 
Bellunese IX-X
Mw=6.3
L’area più colpita dalla scossa fu il bellunese, ma gravi danni subirono gli edifici dei paesi compresi tra Belluno, Pordenone e Conegliano Veneto (TV). Il centro più danneggiato fu Belluno e si osservarono lesioni anche a Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine, Verona e Vicenza. 80 le vittime

29 aprile 1876
 
Monte Baldo

VII
Mw=4.9

La scossa provocò danni a Cassone, Malcesine, Ferrara di Monte Baldo
18 settembre 1882 Monte Baldo VII
Mw=5.0
 
Interessati i paesi della costa orientale del Lago di Garda, con danni lievi nei paesi di Cassone e Castelletto di Brenzone. Risentita a Verona.
7 giugno 1891 Valle d’Illasi VIII-IX
Mw=5.9
I danni più gravi a Castelvero, Badia Calavena, Marcemigo. Una ventina i paesi danneggiati in modo significativo (superiore o pari al VII MCS). La scossa fu risentita fino a Trieste, Auronzo, Bormio, Chiavenna, Domodossola, Torino, Asti, Genova
19 febbraio 1932 Monte Baldo
VII-VIII
Mw=5.0
 
La scossa provocò danni a diverse località della sponda veronese del Lago di Garda, tra le quali Albisano, S. Zeno, Garda.
18 ottobre 1936 Alpago-Cansiglio (BL-PN) IX
Mw=6.1
 
Colpita la zona di confine fra le attuali province di Belluno, Treviso e Pordenone con i massimi effetti a sud dell’altopiano del Cansiglio nei paesi di Fiaschetti, Stevenà e Villa di Villa. Gravissimi danni anche a nord del Cansiglio, nella conca d’Alpago in particolare nelle località di Puos d’Alpago, Cornei e Villa.

Scheda modificata alle ore 17.00 del 25 gennaio 2012