Rischio sismico

Posizione geografica dell'Italia, nella zona di convergenza tra la zolla africana e quella eurasiaticaL’Italia è uno dei Paesi a maggiore rischio sismico del Mediterraneo, per la sua particolare posizione geografica, nella zona di convergenza tra la zolla africana e quella eurasiatica. La sismicità più elevata si concentra nella parte centro-meridionale della Penisola, lungo la dorsale appenninica (Val di Magra, Mugello, Val Tiberina, Val Nerina, Aquilano, Fucino, Valle del Liri, Beneventano, Irpinia), in Calabria e Sicilia e in alcune aree settentrionali, come il Friuli, parte del Veneto e la Liguria occidentale. Solo la Sardegna non risente particolarmente di eventi sismici.

 

Sicurezza degli edifici scolastici

La nuova scuola di San Giuliano di PugliaVerifiche sismiche sugli edifici scolastici e interventi di adeguamento strutturale e antisismico per ridurre gli effetti dei terremoti. Sono queste le azioni che vedono impegnato il Dipartimento della Protezione Civile - attraverso le Regioni - per la sicurezza delle scuole. Azioni finalizzate alla prevenzione del rischio sismico avviate dopo il terremoto del 2002 in Puglia e Molise, che a San Giuliano di Puglia provocò il crollo dell'edificio scolastico "Francesco Jovine". In questa sezione facciamo un punto sugli interventi finanziati e realizzati.

Visita la sezione