Organi collegiali

comitato operativoNella costruzione del Servizio nazionale della protezione civile, è emersa progressivamente l’esigenza di creare un punto di raccordo per l’attività di previsione e prevenzione dei rischi da un lato, e per la gestione delle emergenze dall’altro.

Per questo già a partire dal 1982 viene istituita una Commissione tecnico-scientifica per dare un parere autorevole sulle questioni scientifiche e per orientare la ricerca alla prevenzione dei rischi. Con la legge n. 225 del 1992 la Commissione viene a configurarsi come l’organo di raccordo tra il Servizio nazionale e la comunità scientifica. Dal 2006, la Commissione nazionale per la previsione e prevenzione dei grandi rischi è una struttura indipendente rispetto al Dipartimento della protezione civile, perché presieduta e composta da esperti qualificati nelle materie di interesse per la protezione civile.

Il Comitato operativo è, invece, l’organo che assicura la direzione unitaria e il coordinamento delle attività di emergenza. Viene convocato quando la Sala situazione Italia si configura come Unità di crisi e la calamità coinvolge direttamente il Dipartimento della protezione civile. Costituito nel 1984, assume la sua attuale configurazione nel 2006. Il Comitato è presieduto dal Capo Dipartimento ed è composto da rappresentanti del Sistema nazionale della protezione civile.