La ricerca delle vittime italiane

immagine generica NepaTra le vittime del terremoto ci sono stati anche quattro connazionali. Due corpi sono stati ritrovati nei giorni successivi all’evento del 25 aprile mentre gli altri due sono risultati dispersi. Questi ultimi erano alpinisti trentini coinvolti dall’enorme frana sul monte Everest causata dal sisma.

Una missione di esperti del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologo-Cnsas e del Dipartimento, d’intesa con l’Unità di Crisi del Ministero degli Affari Esteri, si è recata in Nepal per localizzare i corpi, anche a seguito della richiesta dei familiari dei due alpinisti.

L’attività si è conclusa con l’individuazione dell’area precisa in cui le vittime si trovavano al momento del verificarsi della frana. Il loro recupero non è stato però purtroppo possibile.