Terremoto ad Haiti

Data: 12 gennaio 2010
Magnitudo: 7.0
Vittime: 222.570

La cattedrale distrutta dal terremoto
Il 12 gennaio 2010 un violento terremoto colpisce la Repubblica di Haiti.

I paesi dell'UE rispondono alla situazione di emergenza attivando il Meccanismo europeo di protezione civile, che consente alla Commissione Europea di coordinare l'assistenza fornita dai vari Stati membri.

Tra questi, anche l'Italia si mobilita sin dalle prime ore a favore della popolazione dell’isola caraibica e il 13 gennaio il Consiglio dei Ministri dichiara lo stato di emergenza per predisporre e partecipare con tempestività ai soccorsi.

Nella macchina del Sistema Paese, la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (Dgcs) della Farnesina, il Dipartimento della Protezione Civile, il Ministero della Difesa e la Croce Rossa italiana (Cri).

Il 19 gennaio un’ordinanza assegna al Sottosegretario di Stato Guido Bertolaso il compito di coordinare le attività di Amministrazioni ed Enti Statali a sostegno della popolazione colpita dal terremoto, con il supporto della Protezione Civile. Due giorni dopo, il Capo Dipartimento è ad Haiti per valutare le iniziative da adottare e incontrare le autorità locali, i rappresentanti delle organizzazioni internazionali e degli altri Paesi coinvolti. 

News


Vedi tutte le news