Conprici - Rete laboratori universitari

Esclusiva.

Valutazione delle zone di impatto e della pericolosità delle sostanze coinvolte negli eventi incidentali. Valutazione delle interferenze nelle aree ad alta concentrazione industriale compreso l'effetto domino. Analisi volta alla ricomposizione dei rischi nelle aree ad alta concentrazione industriale. Analisi della possibile formazione di nuove sostanze tossiche o pericolose in seguito ad incidente rilevante. Analisi delle interferenze del sistema dei trasporti (strada, ferrovia, aria, mare) con le "Industrie a rischio.

Valutazione dei danni ambientali conseguenti a incidenti industriali. Approfondimento dello studio della pericolosità delle sostanze nel sistema dell'industria chimica italiana. Analisi dettagliata delle conseguenze ambientali e degli effetti sanitari sulla popolazione a seguito di un incidente rilevante.

Svolge compiti in merito a:
- georeferenziazione delle industrie ex art. 8 del O.lgs. 334/99 ed ex art.6 del O.lgs. 334/99 finalizzata a creare una mappa dei siti industriali italiani con la descrizione particolareggiata degli impianti e del processo, del territorio circostante ivi comprese le infrastrutture e degli elementi sensibili ai fini di protezione civile, di protezione ambientale e della sicurezza delle reti dei servizi essenziali;
- predisposizione di un software georeferenziato per l'utilizzo della mappatura dettagliata di cui al punto precedente con l’inserimento di codici per la valutazione delle conseguenze di incidente individuati da altri Centri di Competenza;
- acquisizione di informazioni relative allo stato di inquinamento del territorio e delle falde idriche superficiali e profonde nonché dei pozzi di captazione ai fine della ricerca di soluzioni adeguate per la bonifica del sito;
- elaborazione di linee guida per la messa in sicurezza del sito;
- monitoraggio on field di composti organici pericolosi attraverso l’utilizzo di spettrometro di massa portatile EM640 (Bruker) concepito e sviluppato a tal fine sia nella gestione di situazioni di emergenza che in attività di controllo ambientale;
- utilizzazione di metodi per la messa in sicurezza di suoli a seguito di rilasci accidentali di contaminanti attraverso la Gelled Polymer Technolog.

Promuove esercitazioni e simulazioni incidentali finalizzate al miglioramento delle tecnologie volte al controllo e al monitoraggio delle attività di processo come:
- simulazione di incendi e di trasporto di fumo e sostanze tossiche in ambienti chiusi e aree industriali;
- definizione degli scenari incidentali su impianti chimici generati da eventi sismici.

Nel settore dei trasporti svolge:
- analisi degli eventi incidentali nel trasporto stradale, ferroviario, marittimo l' intermodale di merci pericolose per la definizione delle zone di impatto, ai fini della pianificazione delle emergenze;
- predisposizione di applicativi GIS contenenti le informazioni territoriali dettagliate rilevanti per la prevenzione e gestione del rischio nel trasporto stradale, ferroviario e intermodale di merci pericolose (dettaglio delle reti stradale e ferroviaria, incidentalità, traffico, popolazione residente e in transito, meteorologia, ecc.) di supporto alle attività di prevenzione e gestione del rischio e della pianificazione delle emergenze;
- predisposizione di strumenti software per la valutazione del rischio per attività di trasporto singole e multiple, che interessino una o più modalità di trasporto (stradale, ferroviarie, marittima e intermodale), lungo diverse rotte a da vari punti di origine e destinazione: analisi di specifiche problematiche di rischio connesse con i terminali del trasporto stradale, ferroviario e marittimo di merci pericolose (carico, scarico, stazionamento in piazzole di sosta, scali, porti) e di quelle relative il trasporto intermodale di merci pericolose (movimentazione dei contenitori e loro stoccaggio temporaneo); analisi di specifiche problematiche di rischio connesse con eventi incidentali (incendi, esplosioni, fuoriuscita e/o formazione di sostanze tossiche) originati dal trasporto di merci pericolose e non, all'interno di gallerie stradali e ferroviarie; analisi del rischio nei trasporti di merci pericolose in aree densamente abitate e soggette a rischi naturali.