Commissione Internazionale sulla Previsione dei Terremoti per la Protezione Civile - ICEF

Un momento della conferenza stampa della Commissione internazionale sismologi all'AquilaIstituzione e composizione
La Commissione Internazionale sulla Previsione dei Terremoti per la Protezione Civile (ICEF- International Commission on Earthquake Forecasting for Civil Protection) è stata istituita in base all’articolo 6 dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3757, del 21 aprile 2009.

I Commissari sono geo-scienziati provenienti da Cina, Francia, Germania, Grecia, Italia, Giappone, Russia, Regno Unito e Stati Uniti, con una vasta esperienza nella previsione probabilistica e nella predizione deterministica dei terremoti. La Commissione è presieduta dal prof. Thomas H. Jordan, Direttore del Southern California Earthquake Centre e Professore di Scienze della Terra presso la University of Southern California, Los Angeles, USA.

Compiti

La Commissione è stata nominata da Guido Bertolaso, Capo del Dipartimento della Protezione Civile fino a novembre 2010, con l’incarico di:

1. elaborare un rapporto sullo stato attuale delle conoscenze sulla predizione deterministica e sulla previsione probabilistica a breve termine dei terremoti tettonici;

2. indicare linee guida per l’utilizzo di possibili precursori di forti terremoti per indirizzare azioni di protezione civile, incluso l’utilizzo di analisi di pericolosità sismica probabilistica in attesa di un forte terremoto.

Risultati
La Commissione ha inziato le proprie attività il 12 maggio 2009, e il 2 ottobre 2009 ha consegnato un executive summary sui risultati conseguiti rispetto ai temi dell’incarico. Il 30 maggio 2011 la Commissione ha consegnato al Dipartimento un rapporto finale, esteso, sugli stessi temi.

A causa della complessità dell’argomento trattato e della difficoltà di traduzione di alcuni termini scientifici, non si riporta la traduzione in italiano del rapporto finale. Si è ritenuto, infatti, opportuno non fornire un testo italiano impreciso o interpretabile diversamente dalle intenzioni degli autori.