Il 26 e 27 novembre il seminario “Rischio sismico in Italia: analisi e prospettive per una prevenzione efficace in un Paese fragile

Locandina seminario rischio sismico di Francesca Mieli

La Società Italiana di Geologia Ambientale (SIGEA ) nell’intento di promuovere la cultura della prevenzione e della mitigazione dei rischi naturali, sta organizzando per i giorni 26 e 27 novembre un convegno dal titolo: “Rischio sismico in Italia: analisi e prospettive per una prevenzione efficace in un Paese fragile”, di cui curerà la direzione scientifica ed il coordinamento didattico. L'evento è organizzato in collaborazione con la Fondazione “INARCASSA” e si svolgerà nella Sala Convegni del CNR, in Piazzale Aldo Moro, dalle ore 8:30 alle ore 18.30 per entrambe le giornate.

Per l’occasione è stato richiesto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e TTM, di ISPRA, CNR, ENEA, INGV, del Consiglio Nazionale dei Geologi, Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Roma, Ordine dei Geologi del Lazio, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma.
E’ previsto il riconoscimento di crediti CNAPPC, CNG, CNI secondo i rispettivi regolamenti (da 12 a 16 crediti).
Il MIUR ha concesso l’esonero dall’obbligo di servizio ai docenti di ogni ordine e grado che parteciperanno all'evento (nota del U.0046650.23-10-2018).

I relatori sono stati individuati tra gli autori del volume curato da Sigea e scaricabile liberamente in formato PDF dal sito web http://www.sigeaweb.it/, nel quale sono raccolti i contributi di alcuni dei massimi esperti in tema di rischio sismico, incentrati sulla ricerca italiana degli ultimi 40 anni e sullo scarso recepimento da parte dei decisori, degli investitori e dalla popolazione, nonostante i suoi traguardi e la sua affermazione in ambito internazionale.

Dopo i saluti alle istituzioni presenti, aprirà i lavori Salvatore Micillo, Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente e TTM e il seminario affronterà il tema principale del Rischio Sismico in Italia, concentrandosi su macrotemi e articolandosi in cinque sessioni:

– TERREMOTI E SOCIETA’

– IL RUOLO DELLE ISTITUZIONI

– LA RICERCA SUI TERREMOTI IN ITALIA: METODI E PROSPETTIVE

– TERREMOTI E MAREMOTI IN ITALIA: CASI DI STUDIO

– DALLA GESTIONE DELLE EMERGENZE ALLA RICOSTRUZIONE

Moderatori delle sessioni saranno Michele Orifici di Sigea, Gianluca Valensise di INGV, Italo Giulivo del Dipartimento della Protezione Civile, Francesca Bozzano dell’Università di Roma “La Sapienza” e Marco Amanti di ISPRA.
Oltre allo svolgimento delle sessioni come da programma, nella mattinata del 27 novembre si svolgerà una Tavola Rotonda per un confronto sul tema del rischio sismico e il mondo della ricerca, delle istituzioni e delle professioni che sarà moderata da Luca Calzolari del Giornale della Protezione Civile e a cui è invitato tra gli altri, Mauro Dolce del Dipartimento della Protezione Civile.

Si prevede la partecipazione di oltre 300 professionisti (Geologi, Ingegneri ed architetti) e verranno rilasciati crediti formativi.

L’iscrizione va effettuata entro il 22 novembre 2018 sul sito www.formazione.abeo.it

Al momento della registrazione della presenza presso la sede dell'evento, ai partecipanti iscritti verrà fornita una copia del volume “Rischio sismico in Italia: analisi e prospettive per una prevenzione efficace in un Paese fragile”, Supplemento al n. 1/2018 a “Geologia dell’Ambiente” Periodico trimestrale della SIGEA, Società Italiana di Geologia Ambientale.


Il programma delle due giornate è scaricabile qui.



(November 6, 2018)