Numero unico per l'emergenza attivo in Valle d'Aosta

primo piano sulla tastiera di un telefono fissodi Mariacristina Giovannini

Gli operatori che rispondono al 112 localizzano e identificano la posizione della persona che chiama, accertano il tipo di intervento di cui c'è bisogno e mettono in collegamento il cittadino con la struttura operativa più opportuna tra Carabinieri, Polizia di Stato, Vigili del fuoco, emergenza sanitaria e – attraverso la centrale unica del soccorso – anche con protezione civile regionale, Corpo forestale della Valle d'Aosta e soccorso alpino valdostano.

Tutte le telefonate di emergenza fatte ai numeri 112, 113, 115, 118, confluiranno in un’unica Centrale Operativa di Risposta e anche i cittadini che non parlano la lingua italiana potranno usufruire del numero, grazie ad un servizio di traduzione simultanea.

È possibile chiamare il 112 da qualsiasi telefono, fisso o cellulare, anche senza credito. La chiamata, registrata per motivi di sicurezza, è sempre gratuita.

Il numero unico di emergenza, già adottato da Lombardia, Provincia autonoma di Trento e Lazio (dove al momento attivo solo sul territorio di Roma e provincia), è in fase di attivazione anche in altre Regioni italiane. La decisione di istituire un numero unico per tutta l'UE risale al 1991, con Decisione del Consiglio - 91/396/CEE, ed è adottata o in corso di adozione da parte degli Stati membri.



(April 18, 2017)

External Links