Ufficio III – Attività tecnico-scientifiche per la previsione e prevenzione dei rischi



Direttore: Fausto Guzzetti
e-mail: ufficio.pre@protezionecivile.it

L'Ufficio III Attività tecnico-scientifiche per la previsione e prevenzione dei rischi:

a) coordina l’azione del Dipartimento volta alla promozione delle attività di natura tecnico-scientifica finalizzate alla previsione e prevenzione delle diverse tipologie di rischi e alla definizione e valutazione dei relativi scenari, anche multirischio;

b) cura i rapporti con la comunità scientifica e con gli Istituti ed Enti di ricerca;

c) assicura l’unitario indirizzo delle attività dei Centri di Competenza in relazione agli ambiti di competenza del Dipartimento e il monitoraggio dello stato di attuazione e la valutazionetecnico-scientifica dei relativi accordi e convenzioni;

d) assicura il supporto tecnico-scientifico alle attività del Dipartimento relative alla previsione, al monitoraggio e alla prevenzione dei rischi, alla gestione delle emergenze e al loro superamento;

e) coordina la partecipazione del Dipartimento al sistema di allertamento nazionale e all’integrazione delle reti di monitoraggio strumentale del territorio e cura il presidio del Centro Funzionale Centrale;

f) coordina l’organizzazione e la gestione del sistema di allarme pubblico IT-Alert;

g) supporta l’attività della Commissione nazionale per la previsione e la prevenzione dei grandi rischi e dell’Agenzia “ItaliaMeteo”, incluse le attività di segreteria;

h) cura la partecipazione del Dipartimento al processo di formazione della legislazione tecnica nei diversi settori di rischio;

i) coordina le attività tecnico-scientifiche per le valutazioni multirischio.

 

L’Ufficio si articola nei Servizi:

Dirigente responsabile: 
Valgono i riferimenti dell'Ufficio

Il Servizio Centro Funzionale Centrale cura:

  • la partecipazione al sistema di allertamento nazionale per i fenomeni meteorologici, climatologici, idrogeologici e idraulici, anche attraverso l’attività di previsione, monitoraggio e sorveglianza del territorio nazionale e con la preparazione e l’emissione di bollettini e avvisi;
  • l’elaborazione di modelli organizzativi e procedure e lo sviluppo di prodotti per l’ottimale funzionamento della rete dei Centri Funzionali;
  • la progettazione, programmazione, realizzazione, gestione operativa e aggiornamento del sistema di allarme pubblico IT-Alert;
  • la progettazione, programmazione, realizzazione, gestione operativa e aggiornamento della rete radar nazionale, e della mosaicatura delle informazioni prodotte dagli impianti radar meteorologici che operano sul territorio nazionale;
  • raccolta, monitoraggio e condivisione degli elementi per la previsione della suscettività degli incendi boschivi e di interfaccia, anche mediante la preparazione e l’emissione del Bollettino di previsione nazionale incendi boschivi;
  • raccolta, monitoraggio e condivisione dei dati derivanti dalle reti idro-pluviometriche e strumentali.

Dirigente responsabile: Mario Nicoletti
e-mail: mario.nicoletti@protezionecivile.it

Il Servizio Rischio Sismico cura:

  • progettazione, programmazione e realizzazione delle attività finalizzate alla valutazione e all’analisi del rischio sismico;
  • progettazione, programmazione e realizzazione delle attività finalizzate alla definizione di scenari di rischio e di possibile impatto connessi con lo specifico ambito;
  • gestione operativa e aggiornamento della Rete Accelerometrica Nazionale (RAN) e dell’Osservatorio Sismico delle Strutture (OSS);
  • raccolta, monitoraggio e condivisione degli elementi per la valutazione e l’analisi del rischio sismico, anche mediante la preparazione di rapporti tecnici e informative periodiche.

Dirigente responsabile: - 

Valgono i riferimenti dell'Ufficio

Il Servizio Rischio Vulcanico cura:

  • progettazione, programmazione e realizzazione delle attività finalizzate alla valutazione e all’analisi del rischio vulcanico;
  • partecipazione al sistema di allertamento nazionale per i fenomeni vulcanici mediante la definizione dei relativi livelli di allerta;
  • raccolta, monitoraggio e condivisione degli elementi per la valutazione e l’analisi del rischio vulcanico, anche mediante la preparazione di rapporti tecnici e informative periodiche.

Dirigente responsabile: - 

Valgono i riferimenti dell'Ufficio

Il Servizio rischi ambientali, antropici e da incendi boschivi cura:

  • progettazione, programmazione e realizzazione delle attività finalizzate alla valutazione e all’analisi dei rischi ambientali e tecnologici relative all’impatto sulle matrici ambientali conseguenti a eventi complessi di origine naturale ed antropica;
  • progettazione, programmazione e realizzazione delle attività finalizzate alla valutazione e analisi dei rischi connessi agli incendi boschivi e di interfaccia;
  • progettazione, programmazione e realizzazione delle attività finalizzate alla valutazione e analisi dei rischi connessi alla produzione e al trasporto di merci e sostanze pericolose, comprese quelle radioattive e nucleari, all’interruzione delle reti e infrastrutture strategiche nel comparto produttivo energetico e della relativa vulnerabilità ed esposizione;
  • progettazione, programmazione e realizzazione delle attività finalizzate alla definizione di scenari di rischio e di possibile impatto connessi con lo specifico ambito.

Dirigente responsabile: - 

Valgono i riferimenti dell'Ufficio

Il Servizio rischio idraulico, idrogeologico, costiero e da deficit idrico cura:

  • progettazione, programmazione e realizzazione delle attività finalizzate alla valutazione e all’analisi dei rischi idraulico, idrogeologico, costiero, incluso il rischio da maremoto, e da deficit idrico;
  • raccolta, monitoraggio e condivisione degli elementi per la valutazione e l’analisi dei rischi idraulico, idrogeologico, costiero, incluso il rischio da maremoto, e da deficit idrico, anche mediante la preparazione di rapporti tecnici e informative periodiche;
  • progettazione, programmazione e realizzazione delle attività finalizzate alla definizione di scenari di rischio e di possibile impatto connessi con lo specifico ambito.