Dettaglio

Il decreto Abruzzo: le informazioni utili per i cittadini

03 maggio 2009

 

Ho perso la fabbrica, i macchinari, il negozio…. Chi mi indennizza?
Lo Stato concede indennizzi a favore delle attività produttive per la riparazione e ricostruzione di beni mobili distrutti o danneggiati, per il ripristino delle scorte andate distrutte e per riparare i danni derivanti dalla perdita di beni mobili necessari ad esercitare le attività. 
I contributi e gli indennizzi non concorrono a determinare le imposte sui redditi e l'imposta regionale sulle attività produttive.

Prendevo l'indennità di disoccupazione: è prorogata?
Ai lavoratori delle zone colpite dal terremoto, l'indennità di disoccupazione, scaduta o in scadenza dopo il primo gennaio 2009 e fino al 30 giugno 2010, è prorogata di 6 mesi, con riconoscimento della contribuzione figurativa.

Sono un co.co.co., dopo il terremoto non lavoro più…
Ai collaboratori coordinati e continuativi verrà concesso un indennizzo di 800 euro mensili per tre mesi, al massimo. L'indennità sarà concessa dall'Inps e non concorrerà alla formazione del reddito. Il provvedimento riguarda anche i titolari di rapporti agenzia e di rappresentanza commerciale e i lavoratori autonomi, compresi i titolari di attività, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza, che hanno dovuto sospendere l'attività a causa degli eventi sismici.

Sono previste altre agevolazioni per  le imprese e i lavoratori autonomi?
È sospeso il versamento dei contributi e dei premi per l'assicurazione obbligatoria fino al 30 novembre 2009 (ordinanza n.3754 del 21 aprile 2009); inoltre non sono applicate sanzioni amministrative per inadempienze fiscali.

Sussidi e benefici ricevuti dai lavoratori dipendenti: sono computabili nel reddito?
Non sono computabili nella definizione del reddito da lavoro dipendente le erogazioni liberali, i sussidi e benefici di qualsiasi genere concessi:
- dai datori di lavoro privati ai lavoratori residenti nelle aree colpite dal terremoto;
- da datori di lavoro privati che operano nei territori colpiti, in favore di lavoratori anche non residenti in quelle aree.

Ci sono agevolazioni se mi sposto in treno?
Sì, chi è residente nei comuni colpiti dal sisma ha diritto ad un viaggio A/R gratuito per qualsiasi località italiana fino al 31 maggio 2009. Inoltre può chiedere il rimborso di biglietti e abbonamenti con validità nel periodo dell'emergenza.

Cosa è previsto per aiutare le famiglie e gli anziani?
Sono stanziati fino a 12 milioni di euro, dal Fondo per le politiche della famiglia, per la costruzione e attivazione di :
- servizi socio educativi per la prima infanzia;
- residenze per anziani;
- residenze per nuclei monoparentali madre-bambino.
Sono previsti anche 3 milioni di euro per la ricostruzione o il restauro di centri di accoglienza, di ascolto e  di aiuto delle donne e delle madri in situazioni di difficoltà.

E per i giovani?
Sono stanziate risorse per far riprendere le attività didattiche e quelle dell'amministrazione scolastica nelle zone colpite dal sisma.
Una parte del Fondo per le politiche giovanili sarà stanziata per le iniziative di sostegno delle giovani generazioni colpite dall'evento sismico e sarà anche indirizzata al monitoraggio, attuazione e rendicontazione delle iniziative intraprese.