Incendi boschivi: conclusa la Campagna estiva 2020

30 settembre 2020

Richieste in aumento rispetto al 2018 e al 2019

 

Sono state 981 le richieste di concorso aereo trasmesse al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione civile nel corso della campagna estiva anti-incendio boschivo 2020, iniziata il 15 giugno scorso e conclusa oggi, 30 settembre. Sono circa 750 in più rispetto all’estate 2018, stagione che aveva fatto registrare il numero più basso di richieste degli ultimi dieci anni e circa 180 in più rispetto al 2019.

Nel corso delle operazioni di supporto aereo alle squadre e ai velivoli antincendio regionali, la flotta aerea dello Stato ha effettuato 5.057 ore di volo e 23.659 lanci con oltre 132 milioni di litri di estinguente.

I dati di dettaglio della Campagna estiva appena conclusa, riferiti alle singole Regioni, mostrano che il maggior numero di richieste di concorso aereo è arrivato da Sicilia e Calabria, che insieme rappresentano circa il 50% del totale nazionale rispettivamente con 271 e 202 richieste.

Per la stagione estiva 2020, la flotta nazionale nel suo massimo impiego è stata composta da 31 aeromobili – di cui 24 del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (15 Canadair, 4 elicotteri Erickson S64F e 5 elicotteri AB-412), 5 elicotteri delle Forze Armate (3 elicotteri AB-412 dell’Esercito Italiano, un elicottero HH-139 dell’Aeronautica Militare e un elicottero AB-212 della Marina Militare) e 2 dell’Arma dei Carabinieri (2 elicotteri NH-500).

“Quest’anno – ha detto il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli - la stagione estiva è stata sensibilmente più impegnativa ma, come sempre, l’azione sinergica di tutte le risorse, sia regionali sia nazionali, che nelle attività AIB operano nell’ambito del Servizio Nazionale della Protezione Civile, è stata fondamentale per fronteggiare al meglio gli incendi boschivi. Purtroppo questa Campagna è stata tragicamente segnata dalla scomparsa di due giovanissimi volontari, Alessandro Diana e Ciro Campagna, deceduti a pochi giorni di distanza, in diversi incidenti durante le attività di spegnimento degli incendi. Ancora una volta, con immutato dolore, colgo l’occasione per esprimere vicinanza alle loro famiglie e viva gratitudine per la generosità e l’abnegazione che hanno contraddistinto la loro attività di volontari. Il loro sacrificio rappresenta un esempio per tutti noi”.