Incendi Grecia: conclusa l'attività dei canadair italiani all'estero

18 agosto 2019

Borrelli: "Meccanismo europeo di protezione civile fondamentale per le comunità"

 

Si è conclusa l’attività degli equipaggi italiani intervenuti nei giorni scorsi in Grecia con due Canadair CL 415 del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, attivati nell’ambito del Meccanismo Europeo di Protezione civile.

I velivoli, coordinati dal Dipartimento della Protezione civile, sono rientrati ieri a Ciampino (Roma) dopo essere stati impegnati, dal 14 agosto scorso, nelle operazioni di spegnimento dei vasti incendi che hanno interessato in particolare l’isola di Evia, in Grecia. Complessivamente, hanno effettuato 10 sortite e 126 lanci di estinguente sulle fiamme, per un totale di circa 29 ore di volo sul fuoco.

I velivoli sono intervenuti nell'ambito del progetto europeo “RescEu-IT”, secondo il quale due Canadair dislocati sul territorio italiano, se non impiegati per le necessità nazionali, possono essere attivati, su richiesta di Bruxelles, in uno degli altri Paesi dell'Unione Europea che dovessero trovarsi in situazioni di criticità. Il progetto unionale assicura risorse aggiuntive a sostegno dei Paesi impegnati a rispondere a catastrofi di particolare entità, anche al di fuori dell'Unione Europea.

“Anche in questa occasione il Meccanismo di protezione civile europeo è stato fondamentale per poter essere al fianco delle comunità colpite dagli incendi e per rinnovare una importante sinergia con i Paesi del progetto unionale”, ha detto il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli.